Campionato Primavera TIM(Articolo scritto con la collaborazione di Darko)

Ieri con Lazio-Torino è iniziata la fase finale del campionato Primavera – fase che quest’anno si svolge in Umbria, in particolare a Gubbio e a Città di Castello. Anche il Milan partecipa a questa fase, nei quarti di finale di oggi infatti incontrerà il Catania.

Innanzitutto, un piccolo excursus sul formato e sulla storia del torneo, che è ovviamente meno seguito della Serie A.

Partecipano 42 squadre divise in tre gironi da 14. Dopo 28 giornate, le prime due di ogni girone di qualificano direttamente alla fase finale, mentre le terze, le quarte e le due migliori quinte si sfidano in ulteriori playoff per altri due posti. Il Milan è arrivato secondo nel girone B, un punto dietro l’Atalanta e uno sopra i cuginastri, campioni in carica ma eliminati in una delle due finali dei playoff dal Torino.

Il Milan non fa una gran figura nell’albo d’oro del torneo: una sola vittoria nel lontano 1965, mentre la squadra più titolata è il Torino (8) davanti a Inter e Roma (7). Lo scorso anno fummo eliminati in semifinale proprio dall’Inter in una partita rocambolesca: finiti 2-2 i tempi regolamentari, il Milan riuscì a passare in vantaggio nei supplementari, ma il secondo e il terzo gol della partita per Samuele Longo (oggi all’Espanyol) nel secondo tempo supplementare ci fece abbandonare il torneo alle soglie della finale. Ricordo che vidi la partita, la nostra prolificissima coppia d’attacco doveva essere ComiGanz jr., mentre i terzini di quella squadra mi sembrarono piuttosto deludenti.

Del nostro Milan segnalo l’attaccante Andrea Petagna, che ha fatto il suo esordio con la prima squadra nell’ultima giornata del girone di Champions League di quest’anno (Milan-Zenit 0-1), più il centrocampista Bryan Cristante di cui si dice un gran bene e il bomber figlio di bomber Simone Ganz. Altri nome da appuntare sul taccuino: Pippo Lora (attivissimo sui socialcosi, come un giovane Bojan), il portiere mago Gabriel (in stagione, ha parato al novantesimo il rigore decisivo per la vittoria contro l’Atalanta capolista), il terzino italo-francese Johad Ferretti (si pronuncia come Flamini, con l’accento finale), sostituto di De Sciglio, infine il nigeriano Ezequiel Isoken Henty che ha fatto un bel po’ di gol. Tra le riserve c’è come attaccante Gianmarco De Feo che ha fatto gol in amichevole al Sion di Gattuso.

Ggggiovani

Ggggiovani

E’ una squadra che in stagione è già andata vicina a togliersi qualche soddisfazione: infatti, al Torneo di Viareggio è arrivato in finale, perdendo poi 3-0 una partita sfortunatissima contro l’Anderlecht. Anche per questo, i rossoneri sono (dita incrociate) tra i favoriti per la vittoria finale nel torneo. Un altro punto a nostro favore è l’attacco fortissimo, 63 gol nella stagione regolare, meglio di noi ha saputo fare solo la Lazio (64)

Il Catania, invece, viene dal girone C (seconda a pari punti con la Lazio, due punti sopra il Palermo). Il loro miglior giocatore probabilmente è Maks Barisic, centravanti classe ’95, capocannoniere. Possono vantare una certa solidità difensiva (hanno la terza difesa del torneo), inoltre, come ha ben ricordato il nostro mister Aldo Dolcetti, hanno perso una sola partita finora.

Qualora vincessimo il nostro incontro (che sarà giocato a Gubbio), il nostro prossimo sfidante sarà la vincente dell’incontro tra Atalanta e Fiorentina.


IL PROGRAMMA DEI QUARTI DI FINALE

1 giugno 2013
– ore 17:00: Lazio-Torino 1-0
– ore 21:00: Chievo-Juventus 2-1 dts

2 giugno 2013
– ore 17:00: Atalanta-Fiorentina
– ore 21:00: Milan-Catania


IL PROGRAMMA DELLE SEMIFINALI

 5 giugno 2013
– ore 21:00: Lazio-Chievo

6 giugno 2013
– ore 21:00: Atalanta/Fiorentina-Milan/Catania