A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Siamo ormai prossimi alle tanto agognate vacanze, in un periodo estivo che è stato infarcito di partite amichevoli e di calciomercato, purtroppo ormai perenne e, novità assoluta, anche da una indagine dell’UE relativamente alla fiscalità spagnola.
Vediamo, con ordine, cosa è successo:

Complice la necessità di accelerare la preparazione in vista del preliminare di Champions del 20 o 21 agosto, abbiamo visto all’opera alcuni dei nuovi arrivi e saggiato quelle che saranno le probabili opzioni a disposizioni di Allegri.
8 luglio: Milanello – inizia il raduno precampionato.
20 luglio: a Milanello va in scena la prima sgambata del Milan contro la Pergolettese. Finisce 5-1  e non c’è nulla da dire in merito.
23 luglio: a Reggio Emilia, nello Stadio Citta del Tricolore, si gioca l’ormai tradizionale “Trofeo TIM”. Pratecipano  Juventus, Milan e Sassuolo. Pareggio per 0-0 con i gobbi e vittoria poi ai rigori, sconfitta per 2-1 contro il Sassuolo. Aveva segnato Pignatone Petagna, poi una cappellata di Gabriel e un gol allo scadere sanciscono la vittoria degli emiliani. Cristante espulso per doppia ammonizione e Constant che se ne va dal campo per qualche parola di troppo dalle tribune.
27 luglio: andiamo a giocare a Valencia nel Mestalla per il Guinnes International Champions Cup. Vittoria per 2-1 e si comincia ad intravedere qualcosa di positivo. A parte il solito Robinho che si mangia un rigore e dopo qualche minuto un suo gol, si nota l’aspetto positivo di De Jong. A parte il gol pregevole, l’olandese si fa vedere per movimento, posizione e sicurezza. Sarà un tassello importante quest’anno. Pignatone Petagna si conferma piuttosto utile alla causa e Poli dimostra buona gamba e lucidità di testa. Buona prova anche di Mexes.
31 agosto: a Monaco all’Allianz Arena si gioca l’Audi Cup 2013 contro il Manchester City. Squadra composta da ragazzini che subiscono  5 reti in 36 minuti. Una sbandata che ammutolisce tutti quanti. Poi, nel giro di 6 minuti, facciamo 3 reti con El Shaarawy ed il costante Pignatone Petagna. Il primo tempo finisce 5-3. Poi non succederà più nulla ma l’imbarcata è servita a svegliare tutti. Vergara esordisce in mezzo alla difesa ma non può essere quello un valido test per promuovere o bocciare un ragazzo di 18 anni.
1 agosto:  sempre a Monaco nell’Audi Cup si gioca la finale con il San Paolo. Segna Kingsley Boateng. L’altro Boateng è diventato ormai inguardabile e irritante. Vergara, un pochino meglio, si infortuna alla spalla e starà fuori fino ai primi di settembre. Niang impalpabile, Poli si conferma bene.
4 agosto : si vola in America, a New York, per il prosieguo del Guinness International Champions Cup. Si gioca contro il Chelsea e perdiamo 2-0. In realtà non giochiamo nemmeno così male come il risultato farebbe credere. Andiamo vicini al pareggio ma a tempo ormai scaduto il raddoppio dei blues. E’ la partita del rientro di Montolivo e Balotelli, dell’esordio di Silvestre e delle conferme di De Jong e Poli.

milanStanotte, a Miami, si è giocata la finale per il 3°/4° posto contro il L.A. Galaxy (sto scrivendo alle 19 del 7 agosto, quindi metterò un aggiornamento in giornata).
Complessivamente si può sorridere con De Jong, Poli, Petagna, El Shaarawy e Mexes.
Da rivedere Silvestre, Vergara, Cristante e Robinho.
Da vedere, Saponara.
Bocciati Antonini, Boateng K.P. e Muntari.
Per sommi capi questo è il mio resoconto e le mie personali valutazioni.
Allegri la pensa così: “Prima di venir qui avevamo fatto un buon lavoro a Milanello, poi abbiamo anche fatto delle buone partite se si eccettuano i 35 minuti iniziali con il City. Con il Chelsea abbiamo fatto una buona partita, ora avremo l’ultima, poi torniamo in Italia dove alcuni giocatori andranno con le Nazionali e riprenderemo il lavoro per i Playoff. Il modulo in attacco? Cambiamo i 3 davanti a seconda di come ci mettiamo, ma questo accadeva anche l’anno scorso, anche per le caratteristiche dei nostri giocatori. Poli a destra? No, è stata una situazione di emergenza, lui è molto bravo come mezz’ala. Emanuelson? Ha fatto 2 buone partite e non credevo che riuscisse a fare così bene e sono molto contento, ha grande tecnica e una buonissima gestione della palla. Zaccardo? Sta giocando di più, è un giocatore affidabile”.
Siete d’accordo?

Aggiornamento delle 9:00
Milan – L.A. Galaxy 2-0 (Balotelli, Niang)
Abbiati: un solo brivido quando un tiro viene goffamente respinto e si intravede  l’errore che ha fatto Buffon con i prescritti;
(dal 45′ Amelia): niente di che, salvo che ha poi messo la fascia di capitano;
Zaccardo: schierato a destra mostra i soliti problemi di velocità;
Zapata: partita tranquilla. Del resto le punte degli americani non hanno quasi mai creato pericoli
(dall’80’ Iotti): non giudicabile
Silvestre: nulla di particolare salvo errori banali quando il passaggio supera i 10 metri di lunghezza;
(dal 45′ De Jong): altra buona prestazione. Un tassello importante e, soprattutto, fondamentale in quella posizione.
Emanuelson: ancora una partita da terzino. Tende a spingere appena possibile, ma non mi convince in fase di contenimento;
(dal 64′ Constant): nulla di particolare;
Poli: primo tempo a centrocampo dove dimostra ancora buone cose. Nel secondo tempo viene schierato ancora terzino e, onestamente, mi ha impressionato. Ha fatto buoni interventi e soprattutto ha dimostrato di avere testa e duttilità. Se mai dovessimo avere una emergenza dietro possiamo contare su di lui. Un ottimo acquisto.
Montolivo: sta ingranando ma  i tempi li decide lui;
(dal 53′ Muntari): partita tranquilla. Un gran tiro dalla distanza centra la traversa. Sarebbe stato un gol pazzesco;
Nocerino: movimenti più utili alla squadra e pressing costante finché è stato in campo;
(dall’80’ Cristante): non giudicabile;
Niang: la sorpresa più bella della partita. Ha fatto la fascia per tutto il tempo che è stato in campo, offendendo e rientrando a difendere, con la grintya giusta. Ha cercato forse troppe volte il tiro ignorando compagni magari messi meglio, ma ha fatto un ottimo lavoro. Molto bello l’assist per El92 che poi ha sbagliato. Il gol è stato bello (tipo Donadoni nel 5-0 al Real, per dare l’idea) , peccato per quel dito inutile sul naso, a zittire non si sa chi e soprattutto perché. Pensi a giocare come ieri, che è meglio.
(dal 64′ Traorè): un altro che mi ha meravigliato. Con tutti i limiti che gli conosciamo ha giocato bene. Non mi sembrava nemmeno lui.
Balotelli: ha fatto un buon lavoro. Gol da centravanti classico e tanto dialogo con i compagni.
(dall’80’ Petagna): non giudicabile;
El Shaarawy: si è mangiato almeno due reti. Una pareva la fotocopia del gol di Balotelli. Meno positivo del solito;
(dall’80’ Kingsley Boateng): non giudicabile;

Una partita tranquilla ma giocata con il piglio giusto. Non è entrato K.P.Boateng e i risultati si sono visti. Abbiamo giocato in pari numero con gli avversari.
Nel primo tempo manovre con pochi tocchi e abbastanza veloci. Il centrocampo ha lavorato con efficacia e davanti hanno ottimizzato al meglio le occasioni.
Allegri ha impostato la squadra con il 4-3-3 che penso sarà il modulo primario della stagione. Come alternativa, il modulo con il trequartista. Che ad oggi è improponibile avendo Saponara in infermeria e Boateng che non lo è. Se in alto vogliono si giochi con il trequartista lo si compri alla svelta, altrimenti silenzio.
Siamo arrivati al 3° posto di questo torneo e, per quanto possa valere poco, prescritti e gobbi sono pur sempre arrivati penultimi e ultimi.
E questi americani qui hanno pur sempre battuto 3-1 i gobbi. Non valesse nulla la nostra vittoria mi piacerebbe fosse quantificato il valore delle sconfitte dei bianconeri e dei prescritti.
Complessivamente credo le amichevoli fin qui giocate siano state utili. Giocare contro avversari di altra caratura rispetto a squadre di Lega Pro o dilettanti, fa crescere prima e impegna tutti quanti in maniera diversa.
Poi qualche quattrino sarà anche entrato, ma non è quello l’aspetto fondamentale.

**********

Il calciomercato invece ha annoiato più di una telenovela brasiliana in lingua originale.
Dalla vicenda di Honda, che è stata ingrassata dai media in modo stomachevole, fino alla storia di Liajic che ha fatto emergere tutto il peggio del viola. Come colore e come Società di calcio.
Arriveranno? Probabile.
E arriverà anche il 2 settembre. Si sarà ripreso a lavorare, d’accordo, ma almeno sarà cambiato lo spartito.

**********

soldiL’ultima vicenda è fresca fresca. In pratica l’UE si è accorta che Real Madrid e Barcellona godono di privilegi fiscali: il famoso cavallo di battaglia di Adrianone che va ripetendo da anni, ormai.
Ebbene pare che oltre agli aiuti statali in termini di tassazione – scrivono che ad esempio che le imprese di pulizia abbiano aliquote di tassazione molto superiori – ci sia qualcosa anche sui terreni dove il Real ha fatto affari.
Acquistati per due ceci e una anguria, hanno fruttato una fortuna. E ora stanno cercando di vederci chiaro. In Spagna, ma anche in Olanda pare ci sia qualcosa di annebbiato.
Descrivere tutto è prematuro, ma vi metto dei link dai quali attingere maggiori informazioni:
1 – L’Unione europea indaga sugli ‘aiuti statali mascherati’ al Real Madrid
2 – Barcellona e Real Madrid, indaga l’Unione Europea
3 – Real Madrid, l’Unione Europea indaga su aiuti di stato illegali
4 – Calcio, soldi pubblici alle squadre: l’inchiesta olandese fa tremare l’Europa
ma la storia dei terreni venduti a poco per fare lo stadio… dov’è che l’ho già sentita … oops.

**********

sdraio-ombrellone-mare-spiaggiaSi avvicinano le vacanze e anche noi tiriamo un pò il fiato.
Ci prendiamo una pausa e torneremo attivi con i post il giorno 20 agosto, con marcovan.
Lasceremo la porta aperta, così anche chi è in spiaggia o in montagna o, come me impegnato ad imbiancare casa, potrà scrivere qui dentro.
Occhio, perché vigilerò comunque.
Buone vacanze a tutti