Un autorete dell’impiastro Abate ci  nega un sacrosanto pareggio al termine di una noiosissima partita giocata al caldo di un pomeriggio di fine estate: e l’Udinese che non ha fatto un tiro in porta se ne torna a casa coi tre punti, ma nel calcio gli episodi sono tutto anche se molti inveiscono alla sfortuna.

Non che noi si sia fatto tanto meglio eh! La cronaca della partita è tutta in una pregevole traversa di Sosa e in un rigore che a fine partita a mio parere ci è stato negato per fallo su Bacca.  Leggo che Montella già si becca la sua razione di critiche: tutte legittime peraltro, ma coi centrocampisti paralitici che ci ritroviamo in rosa non penso che scelte diverse avrebbero inciso in maniera profonda sulla manovra. Possiamo discutere sulle quisquilie come inserire prima Lapadula, provare a cambiare l’assetto o del perchè dell’ingresso di Honda ma sono appunto tutte bazzecole.

Sono in difficoltà nello scegliere chi menzionare per stelle e bidoni: per me il migliore in campo è stato Paletta al quale do una stella, poi per il resto non saprei chi scegliere perchè tutti hanno giocato come fosse l’allenamento del giovedi. Molte opzioni invece sui bidoni; scegliamo un habituè come Abate per la pessima prestazione in fascia e l’orripilante marcatura su Perica, un irriconoscibile Bonaventura e il fantasma di Carlitos Bacca: tre bidoni a cranio. Non mi va di sparare sul cadavere del capitano e preferisco sorvolare sulla sua prova.

Per Montella tuttavia il pollice va giù perchè c’è un minimo sindacale che una squadra di serie A dovrebbe produrre e ieri si saranno visti si è no 10 minuti di vero impegno, e i cambi e la loro tempistica oggettivamente sono stati abbastanza indecifrabili.

Primo aggiornamento di classifica:12

sb-080916