Si ricomincia: dopo la mancata qualificazione della nostra nazionale al mondiale in Russia si ritorna ad un Milan che, tanto per cambiare, non fa punti contro una delle squadre ai vertici del campionato (anzi, contro la prima in classifica)…

A tratti non sarebbe neppure così malvagia stasera: nei primissimi minuti il Milan tiene bene il campo, dimostrando di essere una delle squadre migliori in termini di possesso palla ma…

Sì, ci sono dei ma: giocatori fuori ruolo, giocatori che non partono titolari (vedi André Silva e Ricardo Rodríguez, quest’ultimo reduce dall’ottimo doppio impegno con la nazionale svizzera contro l’Irlanda) e il nulla in fase offensiva fallo la differenza – in negativo – tra noi ed i partenopei. Il Napoli incomincia a macinare gioco dopo circa 5′: punizione al 4′, corner al 12′, al 14′ ed al 18′, cross insidioso dalla sinistra al 22′, conclusioni di Mertens e Allan rispettivamente al 24′ ed al 28′. A tutto ciò cerca di opporsi Suso, autore di due tiri tra il 26′ ed il 27’…

Gigio si oppone al 31′ ed al 32′, ma nulla può contro Insigne al 34′; il gol dei padroni di casa, in un primo tempo giudicato irregolare per fuorigioco dal guardalinee, viene convalidato da Doveri dopo l’utilizzo della VAR (Romagnoli tiene in gioco l’attaccante avversario). Il Napoli a questo punto si sblocca e gioca con maggiore scioltezza, tanto da impensierire ancora il nostro portiere al 44’e da centrare il palo sempre con Insigne (azione viziata da offside) in pieno recupero…

Nei minuti iniziali del secondo tempo il Napoli parte a mille; i rossoneri tentano una reazione ma né il cross di André Silva – entrato verso la fine del primo tempo – al 54′ né quello Kessie 4 minuti dopo servono a nulla. Gli avversari chiudono i giochi al 72: a siglare il raddoppio è Zielinski. Inutili le polemiche per fuorigioco, anche in questo caso – sempre con la conferma da parte della VAR – la posizione del giocatore è in linea con la nostra difesa…

Bisogna riconoscere che, da questo momento, l Milan ha una reazione, anche se alcune conclusioni sembrano più dettate dalla disperazione che da altro. Il Diavolo accorcia tuttavia le distanze al 91′ con un tiro di sinistro di prima da fuori area di Romagnoli. Le speranze di un provvidenziale pareggio in extremis naufragano su una punizione sul fondo al 93…

CONSIDERAZIONI:

Zero punti contro le prime 5 squadre in classifica; vedete voi…