Milan-Cagliari è il posticipo che conclude la 23esima giornata di campionato; temporaneamente superato da Roma, Lazio ed Atalanta (tutte vincenti) il Diavolo ha un solo risultato consentito, la vittoria…

In una serata più autunnale che invernale, l’11 che scende in campo – che prevede dal 1′, tra gli altri, Musacchio e Calabria, oltre agli ormai imprescindibili Paqueta’ e Piatek – sconfigge il Cagliari per 3-0. Vittoria ampiamente meritata, anche se i sardi si sono rivelati minacciosi in almeno due circostanze (al 26′ con Joao Pedro e al 59′ sempre con Joao Pedro; in entrambe le circostanze Donnarumma salva la porta e, nella seconda azione, a salvarci è anche la parte bassa della traversa centrata dal brasiliano)…

Primo tempo giocato con attenzione e cinismo da parte dei nostri. Dopo poco più di 10′ di studio, i rossoneri passano in vantaggio al 12′ in maniera decisamente fortunosa: Calhanoglu crossa dalla sinistra sulla fascia destra per Suso; lo spagnolo effettua un tiro a giro respinto da Cragno ma la palla ribatte sul centrale rossoblù Ceppitelli e la deviazione manda la palla nella porta avversaria. Dopo una progressione di Kessie con tiro sul fondo (il giocatore poteva convergere a destra o a sinistra) al 13′, il Milan raddoppia al 21’con Paqueta’, che calcia di interno sinistro e di prima capitalizzando nel migliore dei modi il cross dalla destra di Calabria. I primi 45′ si concludono così con un Milan attento ed ordinato ma non poi così aggressivo in fase d’attacco…

Nella ripresa il Cagliari si fa valere per almeno una quindicina di minuti, ma i nostri chiudono il match al 61′ con il pistolero Piatek, sul quale carambola il pallone dopo la deviazione di Cragno su tiro del turco e che fa il ponte a Pisacane al momento del tiro in porta. Gli isolani si squagliano e l’azione dei nostri è ora più incisiva, tra le azioni migliori l’incredibile palla gol sui piedi di Suso che, al 79′, calcia incredibilmente fuori…

Si ritorna quarti assoluti in classifica; ora a Bergamo contro l’ottima Atalanta di Gasperini per quello che è uno scontro in chiave Champions…