Le speranze di vincere un torneo in questa stagione naufragano miseramente al termine della semifinale di ritorno di Coppa Italia. Nella prima delle due semifinali (domani alla stessa ora si giocherà Atalanta-Fiorentina) il Milan capitola a san Siro contro la Lazio per 0-1…

Gattuso punta per l’occasione ad una difesa a tre con il ritorno di Caldara; per il resto, Reina in porta, Laxalt a centrocampo ed il tandem Piatek/Castillejo sono le cose che più risaltano nell’11 che parte titolare…

Per il primo tiro verso lo specchio della porta bisogna aspettare ben 25′; peraltro, quest’azione è ad opera della Lazio (girata di Immobile centrale su Reina); in precedenza, l’uscita anticipata dal campo di Milinkovic Savic al 14′ per infortunio ed il contrasto in area biancoceleste tra Calabria e Bastos sono le uniche cose in grado di ravvivare un primo tempo fino a quel momento soporifero. La prima occasione rossonera è al 27′, quando Calabria si vede deviare in corner la sua conclusione da Strakosha. Negli ultimi 15′ del primo tempo è la Lazio a macinare più gioco e la squadra di Simone Inzaghi va vicinissima al vantaggio in pieno recupero, prima al 46′ con Bastos che calcia incredibilmente alto e poi al 47′ con Correa, sul cui tiro Reina fa un vero e proprio miracolo…

La disfatta giunge nella ripresa: il timido pressing dei nostri nei primi 5′ non deve far ingannare, la Lazio è padrona indiscussa del gioco. Lucas Leiva al 50′ e Bastos un minuto dopo fanno da preludio al gol degli ospiti al 57′: l’azione parte dalla metacampo avversaria dopo un corner per il Milan; la ripartenza dei laziali – in superiorità numerica per 4 a 3 – è micidiale. Immobile s’invola e poi passa la palla a Correa che non ha troppi problemi a superare Reina (il migliore dei nostri, ed è tutto dire). Il Milan è imbambolato, la reazione è inconcludente e all’insegna di imprecisioni in fase d’impostazione (incornata di Piatek al 69′ sul fondo, gol annullato a Cutrone, entrato in corsa al posto di Caldara, al 75′ per off-side). Per il resto il nulla; anzi, sono gli ospiti a fallire il raddoppio all’82’ e all’88’ con Immobile…

CONSIDERAZIONI:

Imposti la partita all’insegna del non gioco fatto di ripartenze – che non sei neanche capace di fare – e subisci gol in contropiede (oltretutto su corner per noi), fantastico…

Inutile parlare di schemi di gioco se poi la mentalità è questa…

Questo Milan non mi appartiene, basta con pseudo tecnici, basta con semigiocatori, basta, basta, basta…