Il sottotitolo di questo post potrebbe tranquillamente essere “Il turno infrasettimanale prima della tempesta”. Il calendario che aspetta il Milan fino a Natale dopo l’incontro di domani sera a San Siro contro la SPAL non sarà affatto dei più agevoli. Nell’ordine, infatti, da affrontare ci saranno Lazio, Juventus e Napoli, seguite da due trasferte consecutive a Parma e a Bologna, una partita casalinga contro il Sassuolo (la partita più “facile” della serie) e poi insidiosissimo match fuori casa a Bergamo.

C’è chi giustamente ha fatto notare, anche su questo blog, che, visto il carattere duro come un grissino dei nostri ragazzi, il pericolo è quello di un avvitamento, di una serie di risultati negativi di fila tali da destabilizzare in maniera molto grave l’ambiente rossonero. Il pericolo, in effetti, è reale. Un antidoto, forse, è quello di non fasciarci la testa prima del tempo. Il lavoro da fare, in questo preciso momento e a mio avviso, è soprattutto psicologico: la Gazzetta dello Sport riporta una statistica secondo la quale 8 dei 13 gol subiti in questo campionato dal Milan sono arrivati nell’ultima mezz’ora di gioco. È apparentemente chiaro, quindi, che serva maggiore tenuta mentale (e atletica).

C’è poi il discorso riguardante la scelta degli uomini: tutti le principali fonti sportive danno il ritorno di Piatek come prima punta titolare, cosa che a me sembra ovvia, visto che Leao in quella posizione è fuori ruolo. Pare che Pioli voglia proporre Bennacer al posto di Biglia e – e qui sono davvero curioso – Duarte sulla destra, cosa che potrebbe anche avere senso vista l’impostazione delle ultime due partite, che hanno visto un terzino sinistro fornire molta spinta e altri terzini assortiti combinare pasticci sull’altro lato. Magari funziona, vediamo.

La SPAL, penultima in classifica a tre punti dai rossoneri, mi sembra meno pericolosa di quella vista nelle ultime due stagioni (quando certo non era il Real Madrid). Chissà se a Leonardo Semplici quest’anno riuscirà di raggiungere l’obiettivo della salvezza. Certamente non gli auguriamo di fare punti domani a San Siro.

IL PROGRAMMA DELLA 10a GIORNATA

Martedì 29 ottobre 2019
ore 19:00 – Parma-Verona 0-1
ore 21:00 – Brescia-Inter 1-2

Mercoledì 30 ottobre 2019
ore 19:00 – Napoli-Atalanta
ore 21:00 – Cagliari-Bologna
ore 21:00 – Juventus-Genoa
ore 21:00 – Lazio-Torino
ore 21:00 – Sampdoria-Lecce
ore 21:00 – Sassuolo-Fiorentina
ore 21:00 – Udinese-Roma

Giovedì 31 ottobre 2019
ore 21:00 – Milan-SPAL