Nemmeno il tempo di capire le cose buone, e quelle meno buone, viste nell’ultima giornata che si ricomincia con la Lazio. Forse è un bene, anche per non stare a crogiolarsi troppo su questi 3 punti, strappati alla SPAL meritatamente, ma con la solita fatica.

Ora serve continuità, sia mentale che sportiva. L’abbiamo capito che, oltre a oggettivi limiti tecnici ci sono gravi limiti mentali. La Lazio è in un buono stato di forma e di risultati e nelle ultime 5 giornate ha segnato 15 reti e ha in Immobile un terminale spietato. Occorrerà molta attenzione attorno a lui, soprattutto quando entra in area, conoscendone le doti anche di abile stuntman.

La Lazio finora ha perso solo 2 partite, una con i prescritti (ma ormai è quasi normalità, con i cartonati, lo “scansamose”) e l’altra in casa della SPAL.

Sull’assetto tattico non ho informazioni particolari, anche perché certe scelte vengono ormai ufficializzate a ridosso del fischio d’inizio. Si può ipotizzare che Suso tornerà titolare e che ci sarà ancora un ballottaggio tra Piatec e Leao. Calabria tornerà a destra perché Musacchio non sembra in buone condizioni e giocherebbe Duarte al fianco di Romagnoli. Infine, e lo spero davvero viste le sue ultime prestazioni, dovrebbe riposare Kessie e giocare Krunic. Solo supposizioni, eh.

Su Piatec, lo ammetto, ho cominciato da tempo a nutrire forti dubbi. Penso che lo scorso anno abbia flirtato pesantemente con la sorte e che da lei sia stato amato profondamente. Quest’anno il loro rapporto è decisamente in crisi e lui si mostra per quello che realmente è: un pistolero disarmato.

Oggi leggo queste parole, attribuite a Suso e tratte dal suo profilo Instagram: “Un gol non cambia la storia. Non cancella un momento negativo. Nè i fischi, meritati. O le critiche, giuste. Un gol ci fa respirare, e ci fa capire che la strada è quella giusta, ma è lunga”.
Senza dubbio è un’autocritica che gli fa onore, ora mi aspetto che faccia un cambio di passo definitivo.

IL PROGRAMMA DELLA 11a GIORNATA

Sabato 2 novembre 2019
ore 15:00 – Roma-Napoli 
ore 18:00 – Bologna-Inter
ore 20:45 – Torino-Juventus

Domenica 3 novembre 2019
ore 12:30 – Atalanta-Cagliari
ore 15:00 – Genoa-Udinese
ore 15:00 – Lecce-Sassuolo
ore 15:00 – Verona-Brescia
ore 18:00 – Fiorentina-Parma
ore 20:45 – Milan-Lazio

Lunedì 4 novembre 2019
ore 20:45 – SPAL-Sampdoria