L’interruzione dei campionati per i primi due turni della Nations League ha regalato a medici e preparatori di Milanello l’infortunio di Patrick Cutrone, lasciando i rossoneri così un poco corti in attacco: dietro l’imprescindibile Gonzalo Higuain, infatti, ora ci sono solo opzioni da falso nueve (come ipotizzato oggi da Gennaro Gattuso in conferenza stampa) oppure – e qui vado di fantasia sfrenata – col riciclo di Fabio Borini nel suo vecchio ruolo di prima punta.

In difesa continua il ballottaggio MusacchioCaldara: l’ex atalantino, titolare in Portogallo con la nazionale e autore di una prova insoddisfacente, è stato provato come titolare nei giorni scorsi. Secondo la stampa, però l’argentino sembra essere ancora in vantaggio per il posto accanto a Romagnoli per via della sua maggior abitudine alla difesa a quattro. Terzino sinistro potrebbe essere Laxalt al posto di Rodriguez. Per il resto, dal centrocampo in su, ci si dovrebbe affidare ai titolari.

Gli avversari – Proprio come nelle passate stagioni coi vari Bruno Alves, Padoin, Andreolli, il Cagliari ha pensato di rinforzare il reparto arretrato con l’esperienza, questa volta quella del 36enne Darijo Srna, prelevato in estate dallo Shakhtar, e del 31enne Ragnar Klavan, nelle ultime due stagioni al Liverpool. Rinforzato il centrocampo con Castro e col vice-campione del mondo Bradaric, in avanti la squadra sarda è sostanzialmente rimasta quella dello scorso anno: domani sera probabilmente sarà Ionita (e non Joao Pedro) a dare sostegno in attacco a Pavoletti (l’uomo più pericoloso dei cagliaritani in zona gol) e all’intramontabile Marco Sau. La formazione allenata da Maran ha sulla carta nomi interessanti ma, come già detto, forse un poco attempati; è partita male in campionato (sconfitta a Empoli) per poi riprendersi con quattro punti frutto di un pareggio subito al nono minuto di recupero col Sassuolo e la vittoria contro un’Atalanta forse ancora in ripresa dall’eliminazione ai rigori dal play-off di Europa League.

Le altre – Si è appena conclusa ParmaInter, dove i nerazzurri, autori di una pessima prestazione, si sono fatti battere da un gran gol di Dimarco. Il turno di campionato prevede un interessantissimo NapoliFiorentina oggi alle 18, mentre domani una Roma già un poco in crisi affronta il Chievo, e la Juventus ospita (previsto ampio turnover) gli amici del cuore del Sassuolo.

Da seguireNapoliFiorentina. Quella viola, quest’anno, mi sembra una squadra da seguire. A me piace molto Chiesa, per fare un esempio.

Da evitareJuventusSassuolo.

IL PROGRAMMA DELLA 4GIORNATA

Sabato 15 settembre 2018
ore 15:00 – Inter-Parma 0-1
ore 18:00 – Napoli-Fiorentina
ore 20:30 – Frosinone-Sampdoria

Domenica 16 settembre 2018
ore 12:30 – Roma-Chievo
ore 15:00 – Genoa-Bologna
ore 15:00 – Juventus-Sassuolo
ore 15:00 – Udinese-Torino
ore 18:00 – Empoli-Lazio
ore 20:30 – Cagliari-Milan

Lunedì 17 settembre 2018
ore 20:30 – SPAL-Atalanta