Non è che siamo diventati improvvisamente dei fenomeni. Abbiamo ancora una caterva di lacune, amnesie, equivoci intrinseci. Però possediamo piedi buoni, qualche fuoriclasse (Dinho, Nesta, Silva, Pato), un allenatore… sorprendente e un gruppetto di giocatori giovani, interessanti e motivati. Oh, ...