Ricordo i giorni successivi al match Milan-Sassuolo. Moviole, dibattiti televisivi, editoriali, interviste  al presidente Squinzi, ai giocatori, all'allenatore Di Francesco, ai magazzinieri, ai giardinieri, a chiunque capitasse a tiro di taccuini e microfoni, purché  sassolese e disposto a piangere. Questi ...