E' assodato che viviamo in uno strano Paese: calciatori milionari che s'accingono ad incrociare le braccia (o le gambe fate voi) perché fra le tante questioni non gradite contenute nel lussuoso contratto collettivo propostogli c'è, se ho ben capito, l'eliminazione ...