A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Le partite di sabato 17 Marzo 2012:
Ore 18:00: Parma (32) – Milan (57):
Parma (8/8 Atalanta – Parma 1-1); Milan (17/8 Milan – Lecce 2-0).
La squadra ha ancora defezioni per infortuni. L’ultimo, in ordine di tempo, è Abate. Non è decisamente una stagione fortunata da questo punto di vista, ma tant’è. A casa resta anche il Generale Van Bommel, precauzionalmente, per un mal di schiena.
I convocati per Parma: Abbiati,Amelia, Piscitelli, Antonini, Bonera, De Sciglio, Mesbah, Thiago Silva, Ambrosini, Yepes, Zambrotta, Aquilani, Carmona (n. 55), Emanuelson, Gattuso, Muntari, Nocerino, El Shaarawy, Ibrahimovic, Inzaghi, Maxi Lopez.
Tornano, dunque, Gattuso e Maxi Lopez. Il bello è che se uno rientra, un altro si ferma. Singolare questa successione di eventi.
Inutile dire che l’aspetto sorteggio deve passare in secondo piano. Lasciare il campo con 3 punti obbliga i gobbi a fare punti a Firenze. E visto l’amore che si vogliono, viola e bianconeri, spero si diano tanti bacetti.
Il Tricotico allenatore gobbo dovrebbe cominciare a preoccuparsi di questo. Se li strappa non ricrescono più. Ocio.
Ore 20:45: Fiorentina (32) – Juventus (53):
Fiorentina (10/8 Catania – Fiorentina 1-0); Juventus (12/8 Genoa – Juventus 0-0).
Le partite di Domenica 18 Marzo 2012:
Ore 12:30: Cagliari (31) – Cesena (17):
Cagliari (8/8 Napoli – Cagliari 6-3); Cesena (2/8 Cesena – Siena 0-2).
Ore 15:00: Bologna (35) – Chievo (34):
Bologna (15/8 Lazio – Bologna 1-3); Chievo (10/8 Chievo – Inter 0-2).
Ore 15:00: Catania (38) – Lazio (48):
Catania (15/8 Catania – Fiorentina 1-0); Lazio (15/8 Lazio – Bologna 1-3).
Ore 15:00: Inter (40) – Atalanta (39):
Inter (5/8 Chievo – Inter 0-2); Atalanta (13/8 Atalanta – Parma 1-1).
Ore 15:00: Lecce (25) – Palermo (34):
Lecce (12/8 Milan – Lecce 2-0); Palermo (10/8 Palermo – Roma 0-1).
Ore 15:00: Siena (32) – Novara (20):
Siena (13/8 Cesena – Siena 0-2); Novara (8/8 Novara – Udinese 1-0).
Ore 20:45: Udinese (46) – Napoli (46):
Udinese (8/8 Novara – Udinese 1-0); Napoli (17/8 Napoli – Cagliari 6-3).
Le partite di Lunedì 19 Marzo 2012:
Ore 20:45: Roma (46) – Genoa (46):
Roma (10/8 Palermo – Roma 0-1); Genoa (9/8 Genoa – Juventus 0-0).
Partita da bollino rosso:
Ore 20:45: Udinese (46) – Napoli (46):
Udinese (8/8 Novara – Udinese 1-0); Napoli (17/8 Napoli – Cagliari 6-3).
Entrambe reduci dalle eliminazioni in Europa. Entrambe staccate dalla testa del Campionato, ma determinate al mantenimento delle posizioni attuali che gli garantirebbero, la stagione prossima, ancora il palcoscenico continentale.
Al Friuli sono attesi quei 3 tifosi partenopei, senza biglietto a Londra, travestiti stavolta da Panforte Sapori, Piazza del Campo e Banca Montepaschi. Come simpatici, e folkloristici, stolti.

…così, tanto per dire…

Non si può far finta di nulla: il sorteggio ci ha regalato una seconda sfida con il Barcellona, dopo il girone eliminatorio.
Ora, con tutto il rispetto che porto per quei colori della terra catalana, provo a ragionare con le bocce un po’ più ferme.
In Campionato i blaugrana sono a -10 dal Real. Un abisso, a 12 partite dalla fine.
Il 24 Settembre il Real vinceva contro il Rayo Vallecano per 6-2. Arrivava da un pareggio contro il Racing e, prima ancora, dalla sconfitta con il Levante. Ebbene, da quel 24 settembre, ha giocato in Campionato 22 partite. Ha perso contro il Barcellona in casa per 1-3, il 10 dicembre. Le altre 21 le ha vinte. Tutte quante. Ha segnato 78 reti e subite 20.
Il Barça in quello stesso periodo si infarciva di pareggi, anche se nella sostanza ne ha perse solo 2 come il Madrid, ma ora è staccato di quei 10, fottutissimi, punti.
Due grandi squadre ma, oggi, sono i Blancos ad essere i più forti nella Liga, perché più continui. Opinione mia, ovviamente.
Proprio di questo difettuccio dobbiamo approfittare, anche se in Champions League il discorso è leggermente diverso. Qui hanno pareggiato con noi, ma poi hanno sempre vinto. E abbastanza facilmente, anche.
Gli errori commessi da noi, nelle partite del girone eliminatorio, se usati bene potranno permetterci di tentare un timido approccio verso la cassa. Non per pagare, intendo..
Anche perché prima di scavare la fossa vorrei vederle giocate, quelle due partite.
Non siamo i favoriti. Lo sappiamo noi, lo sanno loro. Ma la voglio giocare.

Non dimentichiamoci, però, il Campionato nostrano perché per come si stanno mettendo le cose, mi pare sia ragionevolmente possibile tenere botta ai gobbi e capitalizzare quella infinita serie di eventi traumatici e muscolari che hanno caratterizzato la stagione e aumentato il coefficiente di difficoltà. Da oggi a fine mese abbiamo, complessivamente, 9 partite davanti.
Avanti tranquilli e concentrati che, una alla volta, le dobbiamo giocare tutte.
Compresa quella di martedì al Gobby’s Stadium. Che non vedo perché dobbiamo dargliela vinta.