Lo so, non è una scusa ma l’arrivo della primavera ha esaurito quel mazza beata di calcio. Ragazzi, è PRIMAVERA. Uscite, respirate, tornate a casa e … leggete. Lo so, vi suona un po’ come la macchina del ghiaccio per eschimesi ma vi assicuro : la serenità della coppia, quella del condominio, la pace nel mondo e perfino il raggiungimento del nirvana sta nella lettura.

Ultimamente leggo i romanzi di Andrea Vitali in quel di Como  Lecco e dintorni.

Ora leggete :

Il Scaraffia, paziente diede un’occhiata all’aula dove gli parve di vedere solo bocche senza denti, orecchie porcine, nasi bitorzoluti o tumefatti, crani sformati, occhi vacui, a macero nell’ignoranza …

E gli scappò pure un mezzo sorriso, poiché l’idea di mettere nei guai il Scaraffia, che stava sulle corna alla metà dei bellanesi e all’altra metà sui coglioni, era un balsamo per i suoi dolori.

 Ora visto che è PRIMAVERA che i vostri sensi da orso in pieno risveglio dal letargo sono tornati nella norma, pensate un po’ a sostituire qualche cognome con Pinco-pallo, noto allenatore di squadra antagonista, qualche “aula” con il “popolo dei tifosi”, ed ecco fatto ! La letteratura è un vero toccasano.

printemps1

 ps: so già che Ghost avrà da ridire sulla dimesione di questa foto, ma che volete ? E’ PRIMAVERA.