Partiamo da questo link: http://www.corriere.it/foto-gallery/sport/14_maggio_02/juventus-eliminata-baccala-puffi-ed-elezioni-sfotto-web-c25927da-d1da-11e3-8ed3-fdcfbf1b09b2.shtml … All’improvviso il Camisa è stato colpito da fama e notorietà. Un suo personale sfottò all’indirizzo dei gobbi eliminati in Europa League ha ricevuto l’onore di entrare a far parte di una delle innumerevoli gallery fotografiche del Corriere della Sera. Sappiate che questo attestato costituirà, d’ora in poi, parte integrante del mio CV.

il Derby. Domenica sera ho vissuto un Derby veramente surreale. Che non vi fosse alcuna posta in palio, se non (forse) la dignità cittadina era chiaro a tutti i presenti, ma ciò che si è visto in campo ha superato ogni peggiore aspettativa. E’ stato un incontro soporifero, a tratti patetico. Sugli spalti, inoltre, milanisti e interisti sono rimasti scioccati per la totale indifferenza e inconsistenza con cui l’Inter stava giocando la partita. L’intero stadio era colpito da un sincero sconcerto. Non escludo che dalla televisione la percezione sia stata difforme, ma a due metri dal campo era chiaro come l’Inter avesse palesemente rinunciato a disputare il Derby. Remissivi e mai (dolosamente) in partita. Un Milan normale avrebbe dovuto e potuto vincere 6-0. Questo Milan, che di normale non ha nulla, ha faticato (pur meritando) a segnare un gol.

Nigel De Jong. Un plauso a Nigel De Jong, il migliore in una stagione disastrata. A mio parere l’unico calciatore di statura e riconoscimento internazionale all’interno del Milan. Non è un campione, ma è un’atleta rispettato dagli avversari, nonchè portatore di sufficiente personalità da non avere complessi d’inferiorità nei riguardi di nessuno. Prima che di campioni, il Milan ha bisogno di calciatori stimati e temuti.