A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Per un attimo ho temuto il peggio, ieri sera, poi le cose sono andate al loro posto ed è finita come sappiamo. Stamane ho letto, sui canali online di Sportmediaset e Gazzetta, tutta la rabbia dei gobbi e anche qualcosa di più.

Iniziamo dal portiere dei gobbi, espulso, che si è lasciato andare a una serie di giudizi e affermazioni sull’operato dell’arbitro che mi ha lasciato sgomento. È anche vero che ormai non ci giocherà più in Champions League, ma ha fatto volare gli stracci in maniera scomposta e volgare.

Parlare dell’arbitro con la storiella delle patatine da mangiare in tribuna, del bidone dell’immondizia al posto del cuore, che non capisce un cazzo, con quale coraggio lo ha espulso nell’ultima partita in CL, beh è una cosa mai vista prima. Credo che queste parole avranno sanzioni pesanti che lui non sconterà più, d’accordo, ma che resteranno a imperitura memoria e scolpite nel suo curriculum sportivo.

Buffon ha la mente offuscata dalla rabbia e forse non solo da quella ma dovrebbe ricordarsi degli episodi molto più eclatanti che hanno giocato a suo favore, penso ad esempio a quel pallone mezzo metro dentro la porta, che lui ha buttato fuori affermando poi che “Non me ne sono reso conto e sono onesto nel dire che se me ne fossi reso conto non avrei dato una mano all’arbitro“.
Ecco, portiere dei gobbi, della tua sportività ad orologeria non me ne sono fatto mai niente, ritirati a fine stagione, fai la tua partita d’addio ma poi sparisci.

Vedere poi lo sportivissimo Chiellini rivolgersi a Varane e Marcelo dicendogli “You pay, you pay” mimando con le dita il gesto dei soldi è quasi comico.

L’altro fenomeno di serata è Agnelli, il presidente mono sopracciglio. Se l’è presa con Collina definendolo vanitoso, auspicando anche la sua sostituzione per via del VAR non ancora applicato in campo europeo. Chiaro, in questo caso, il regolamento di conti per la partita di Perugia e lo scudo scivolato via.

L’operazione simpatia ha un’impennata clamorosa quando reclama un rigore a fine partita di andata, su Cuadrado, l’uomo più cadevole del mondo pallonaro. Ho rivisto le immagini e il gobbo calcia il pallone fuori, solo poi viene a contatto con l’avversario, nessuno reclama nulla e finisce una partita che poteva finire con un punteggio tennistico. Questo signore ritiene, però, di essere comunque più meritevole del Real, bontà sua.

Ora tutto è finito in Europa, per quest’anno, ma hanno gettato le basi per chiedere una sorta di risarcimento, del tutto inappropriato sia chiaro, ma al contempo hanno fatto vedere di che pasta sono fatti. In Italia lo sappiamo bene, purtroppo, ma in Europa la storia è diversa. Sportivamente parlando.