90 4 minuti 1 mese

Una partita fra una squadra che ancora non è in vacanza contro una che c’è da un pezzo non può finire che in un modo: con la vittoria netta della prima. Credo sia inutile che mi perda in ulteriori analisi e commenti su ciò che è stato l’incontro di stasera: siamo ormai a novanta minuti dal termine di questa contraddittoria stagione e, detto fra noi, pure io mi sento in vacanza, calcisticamente parlando. Attendo stancamente il prossimo calciomercato per riaccendere un poco il mio interesse, messo a dura prova dalle prestazioni non proprio esaltanti della squadra e dalla valanga di nomi di allenatori che sta investendo il mondo Milan.

A proposito di ciò, pur non dando troppo peso a queste voci, qualche opinione circa l’argomento me la sono fatta, come tutti.

Pioli sarebbe in sé molto meglio di Lopetegui. Purtroppo però Pioli ha già dato, il suo ciclo è terminato e la sua permanenza produrrebbe, secondo me, un mezzo disastro. Paradossalmente, qualora la dirigenza azzeccasse pienamente il mercato — è improbabile che accada, ma mettiamo il caso — un Lopetegui potrebbe pure fare meglio di Pioli, tecnico da un anno e mezzo ormai a fine ciclo. Ma sono tutte mie congetture, ovviamente.

L’ipotesi Lopetegui sembra però tramontata, grazie al Cielo. La foltissima rosa dei papabili, per lo meno di quelli divulgati dai media, comincia a restringersi paurosamente, e ciò che resta è abbastanza inquietante. Ritengo sempre che Motta sarebbe stato la soluzione migliore, seguito da Conte, ma con il primo si è persa l’occasione (che sembra ci fosse) e con il secondo la si è volontariamente ignorata. Ignorato anche Sarri, che a me invece avrebbe accontentato: l’ex Napoli fuma, rutta, scorreggia, si scaccola e bestemmia, ma le squadre le sa mettere in campo come pochi e non schifa affatto la fase difensiva. Infatti temevo Italiano come la peste, un tipo di allenatore a cui la fase difensiva interessa relativamente — e ho utilizzato un eufemismo. De Zerbi mi incuriosirebbe, devo ammetterlo, il suo calcio è esteticamente piacevole e da calciatore è stato un prodotto del nostro vivaio (e questo aspetto mi tocca sempre in modo particolare); ma anche lui fa parte della categoria di Italiano e sarei anche abbastanza stufo di prendere caterve di gol.

In questo momento sembra siano molto elevate le possibilità di Fonseca — altro incassatore di gol da paura —, con Van Bommel più defilato (gli voglio bene, ma non ce lo vedo). Pare che comunque si voglia puntare su uno straniero, e già questo sarebbe un errore. Vado a memoria, di allenatori stranieri campioni d’Italia ne ricordo a malapena cinque: Vycpàlek, Liedholm, Boskov, Ericksson e Mourinho. Se poi restringiamo il campo a noi, Liedholm a parte, ricordo soltanto fallimenti. E a me piacerebbe tornare a vincere, poiché lo scudetto del bilancio non mi basta. Va bene che vincere troppo annoia, per lo meno così la pensa Gerry Cardinale, ma almeno proviamoci. Poi, quando ci saremo annoiati a sufficienza, ne riparleremo.

90 commenti su “TORINO-MILAN 3-1

  1. ragazzi, non è questione di cosa avrei fatto io o meno; io non sono pagato lautamente (a suon di MILIONI di euro) per fare quel lavoro. Io lavoro nell’edile e impiantistico, e se sbaglio pago. Idem il Sig. Maldini per il suo ruolo, ha sbagliato (molto) e ha giustamente pagato. Non mi sembra di trollare, sono nozioni basilari

  2. Ha sbagliato molto secondo te. Secondo me no, ognuno può pensarla a modo suo qui dentro, però non è questo il punto. Il punto è che qui dentro non si insulta una leggenda del Milan come Paolo Maldini. Altrove lo si fa, qui no, altrimenti mi girano le palle.

    Queste, sono nozioni basilari.

    1
  3. Mabell, sono d’accordo che il calcio si sta americanizzando. Ma tu hai posto una domanda precisa: è ancora sport questo? La mia risposta è: secondo me sì. E da semplice spettatore, lo spettacolo che visivamente offre questo sport iper professionistico, speculativo, cinico, senza cuore mi piace ancora molto. Quando non mi piacerà più — e non nego che potrebbe succedere — smetterò di seguirlo.

    Se invece mi chiedi se, da vecchio tifoso milanista quale sono, provo nostalgia di come era lo sport un tempo, ti rispondo di sì.

  4. Marcovan, condivido… sono d’accordo tant’è che, nonostante tutto io pure lo sto ancora seguendo

  5. Ha ragione Marcovan, Paolo Maldini potrebbe anche aver sbagliato parecchio (ma dove????) certamente non si insulta per quello che è stato e per quello che ha fatto anche dopo.
    Quasi quasi avrei più capito se avessi insultato l’altro monumento rossonero Franco Baresi, che sta a fare il dirigente tanto per fare la figurina.
    Si il calcio è cambiato, forse a noi vecchietti sembra cambiato in peggio, ma come un po’ tutti qua dentro non riesco a farne a meno anche se ogni volta dico “basta” ma al momento della partita sono lì con ansia e batticuore.
    Di certo a parte il Milan, vedo pochissime partite. Mi annoiano terribilmente, cerco sempre qualcosa sul cellulare… a parte ovviamente quando ha giocato Real-Manchester.

  6. Mi annoiano terribilmente, cerco sempre qualcosa sul cellulare… a parte ovviamente quando ha giocato Real-Manchester.
    Quella di questa sera si prospetta godibile. Non starò a fare il tifo per la Dea perchè mi stanno troppo sulle balle, Gasperino in testa, ma battere i tognini è sempre molto piacevole.
    Non posso però rilevare che il fantastico, bravissimo, eccezionale Gasperino se non vince questa sera resta nella molto scomoda posizione di essere uno dei pochi allenatori a non aver vinto niente di niente in carriera.

  7. Insultare Maldini è grave ma insultare Baresi è MOLTO più grave.
    Paolino è stato baciato dalla fortuna: bello, ricco di nascita, fisicamente straripante, approdato adolescente in una squadra che in pochi anni sarebbe diventata la più forte di ogni tempo.
    Franco è nato povero, orfano da ragazzo, fisicamente sfortunato (lo chiamavano il piscinin…), due volte in B ed è sempre restato. Onestamente credo non sia mai esistito un giocatore più milanista di Baresi. E temo mai esisterà.
    .
    Quindi dargli della bandierina è la peggior bestemmia che si possa sentire.

  8. Esonerato ufficialmente Pioli e i 3/4 link che ho visto danno tutti Fonseca quale sostituto.

  9. Anche se mi sta sulle scatole Gasperino al gol di Lookmann ho esultato. Mi piace da matti questo giocatore. Dipendesse da me lui è Scamacca lì porterei domani a Milanello.

  10. Mamma mia che raddoppio di Lookman… che fenomeno. Lo voglioooooooo

  11. Grande Gasp, ho goduto, prendete Fonseca merde di Moncada e Fuffani!!!

  12. Contento per questa stra meritata vittoria dell’Europa League dell’Atalanta… anche per come questa società a lavorato per annni valorizzando giovani e Gasparini non sarà simpatico ma ora Chapoo…
    Ecco tornando a cose dette nel pomeriggio sul calcio, questa vittoria è anche il bello del calcio attuale in cui possono vincere anche i non predestinati, il calcio americanizzato non sarà così … certo spettacolo come la NBA ma spettacolo freddo mai con queste emozioni.
    Da Milanista sempre felice per le sconfitte in Italia e in Europa per Inter e Juve ma contento per questa vittoria dell’Atalanta e i meriti a Gasperini vanno riconosciuti

  13. Marcovan io pure e ti dirò 3 goal a Liverpool e 3 in finale non è poca roba

  14. Questa sera due quasi record battuti: l’imbattibilità del Leverkusen e l’assenza di vittorie di Gasperini. La legge dei grandi numeri ha inciso profondamente.
    Come preannunciato non ho tifato per i bergamaschi, ma sono contento per come è finita. Mi chiedo come abbiano fatto a rigenerare Lookman: 30 gol segnati in due anni nell’Atalanta contro 33 negli otto precedenti. CDK invece quando il gioco si fa duro sparisce. Dagli ottavi non ha più segnato un gol in una stagione prolifica dopo l’esperienza da noi.

  15. Moncada segaiolo che gioca a Football Manager, quelli hanno Sartori, tu manco sai cosa vuol dire DS o DT o quello che cax fai, ma torna a fare lo scout della ligue1 che certi ruoli non ti competono.

  16. Sartori lavorone a Bologna adesso come a Bergamo prima. E non solo. Meglio che mi fermo, quanto mi sta sul cazzo il MIlan di Cardinale.

  17. Certo prima vittoria importante di Gasperini e queste sono le squadre da lui allenate:

    994-2003
    Juventus
    Giovanili
    2003-2006
    Crotone
    2006-2010
    Genoa
    2011
    Inter
    2012-2013
    Palermo
    2013-2016
    Genoa
    2016-
    Atalanta

    Ecco salvo meno di un anno all’iter non mi sembra abbia avuto grandi opportunità… io tenderei a giudicare il lavoro fatto a Bergamo

  18. E poi non solo ha vinto, ma come ha vinto. Tre pere rifilate a due squadre da champions, tra le migliori d Europa quest anno, Liverpool e Bayer. Niente culo, niente debiti.

  19. Si certo mabell, ma la vittoria è dentro una persona, in qualunque campo, senza prescindere da condizionamenti esterni. Molto banalmente il luogo comune parla di fortuna, ma la fortuna non centra niente, vincenti si nasce.
    Prendi Ancelotti, sono molti, altre quel demente di Cassano, che lo ritengono un fortunato. Non lo è per il semplice motivo che è banalizzante la giustificazione. Il percorso della vita di Carletto è impressionante, devastato da infortuni gravi e debilitanti, è finito al Milan quando lo davano per finito dove in cinque anni vince tutto quello che si poteva vincere. Da allenatore, oltre a vincere a suon di record, riesce a chiudere alcuni conti in sospesa come contro la Juventus a Manchester, contro il Liverpool ad Atene e recentemente contro il Bayern che lo caccio in malo modo. È un predestinato (come si è detto per Paolo Maldini).
    Gasperini è bravissimo come capacità, ma evidentemente il suo target è fatto per lavorare sotto traccia. Forse lui l’ha capito dopo la breve e scioccante esperienza dalle merde e quello di questa sera è il meritato premio.

  20. Sartori era anche nel Chievo dei tempi d’oro, sempre stato un fuoriclasse

  21. Gaspare all’Inter durò, se non ricordo male, 6 partite.
    Da calciatore non un fuoriclasse, ma fu una colonna del primo Pescara targato Galeone.

  22. Cardinale dopo una vittoria del genere indebolirebbe la squadra, perché vincere troppo lo annoia.

  23. Gasparino ieri ha fatto qualcosa di incredibile.
    Hanno giocato benissimo, molto concentrati, veloci e aggressivi. Lookman ha poi pescato la serata magica, bravo.
    Mi staranno sempre sulle palle, ma ieri hanno dato spettacolo.

  24. Il profilo cercato da questi scappati di casa: semplicemente un aziendalista con poca personalità, così da poter fungere da parafulmine quando le cose vanno male. Fonseca, come Pioli, sarà lasciato solo, con tutti i suoi limiti. Tutti presupposti per non vincere, cosa che non è un obiettivo, come hanno ribadito a più riprese. Aspetto solo l’ufficializzazione, poi stacco la spina esattamente come ho fatto per due anni, ai tempi di Armero e Constant, aspettando una nuova proprietà.

    1
  25. Ma poi anche la dichiarazione a fine partita di Mister Gasp: L’Atalanta ha vinto con i conti in ordine!
    A parte che ha pienamente ragione, ma evidentemente gli brucia ancora un po’ il fallimento all’Inter.

  26. Thiago Motta non rinnova con il Bologna e quindi va dai gobbi.
    Conseguenza più che logica: a Bologna sarebbe molto difficile fare meglio e a Torino si becca un altro contratto ed è difficile fare peggio degli ultimi tempi.
    L’avrei voluto al Milan? Non so, meglio sicuramente di Fonseca, ma a pelle non lo vedo rossonero. Sensazioni, capitemi.

  27. A proposito delle scelte di Moncada o sentito un bella parafrasi: moncagata.

  28. Ma poi anche la dichiarazione a fine partita di Mister Gasp: L’Atalanta ha vinto con i conti in ordine!”
    Verissimo e quante plus valenze ha portato… e io non riesco a capire che avendo, Gasperini, dimostrato queste innegabili qualità, capare di gestire giovani non ancora top o recuperare chi viene da parentesi deludenti, qualità che in teoria dovrebbero essere quelle indicate dall’attuale priorità e a Gasperini manco ci provano, poi magari lui non viene, ma loro manco ci provano… no Fonseca… incomprensibile.
    La Juve passa da Allegri costo 7 milioni a Motta a 5 milioni…. No noi no Fonseca… se rimane libero dopo 5 partite richiamiamo Pioli…
    Ma chi sono sti qua… a prescindere dallo spendere poi o meno questi si muovono fuori di ogni logica… ma per favore Ibra cosa cazzo ci fai con costoro e anche Baresi mollateli uscite

  29. A proposito delle scelte di Moncada o sentito un bella parafrasi: moncagata.

    aahahahahaha

  30. Daniele Longo
    @86_longo

    Accordo Milan-Fonseca, firme attese nella prossima settimana

    contenti?

  31. Maignan infortunato al dito non ci sarà nemmeno all’ultima. Questa cosa mi ha fatto incazzare parecchio e penso sia arrivato il momento di valutare nuove opzioni: dal luglio 2021 ha saltato 40 partite. Mi sembrano anche troppe trattandosi di un portiere. E queste ultime alla vigilia degli europei mi fanno pensare alla classica presa per il culo.

  32. Fonseca dato da tutti per fatto, Maignan rotto per l’ennesima volta, Leao nel mirino dell’ Al Hittal o come si scrive, dice Marca concluso l’accordo tra Milan e Bayern per l’acquisto di Theo.
    Io come Mariano di Boris: “Mi sembra che l’unico tra me e il Milan che sta facendo uno sforzo per evitare che io mi dia fuoco sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, si darà fuoco” -semicit.

  33. E comunque dai anche il secondo posto qualche cosa ci porta:
    “Alla prima classificata spetteranno 20 milioni, alla seconda 16,8, alla terza 14,4, alla quarta 12 e così via, fino ai 400mila euro per l’ultima.”
    16,8 milioni… niente male

  34. E comunque dai anche il secondo posto qualche cosa ci porta:
    “Alla prima classificata spetteranno 20 milioni, alla seconda 16,8, alla terza 14,4, alla quarta 12 e così via, fino ai 400mila euro per l’ultima.”
    16,8 milioni… niente male

    Da cui si spiega l’insistenza per arrivare al secondo posto

  35. Chissà perché la scelta dell’allenatore ricadrà su uno che accetta uno stipendio da 3-3,5 milioni all’anno… Se Pioli ne guandagnava più di 4, ci andranno anche a risparmiare (al netto della buonuscita, che secondo me ascriveranno al bilancio di quest’anno )

I commenti sono chiusi.