Come richiesto da Marcovan sono andato a recuperare tutti i miei “consigli per gli acquisti” delle passate estati. I risultati sono altalenanti, ma in alcuni casi avevo visto bene. Non vi aspettate, invece, mie lunghe e particolari dissertazioni sul tema Calciopoli. Quanto avevo da dire l’ho già detto in vari punti della blogosfera e non è mia intenzione ripetermi. Ormai la noia mi attanaglia e mi limiterò a brevi considerazioni.

Calciopoli. Giuridicamente ho spiegato tutto ciò che si poteva spiegare. Ritengo che il titolo 2006 non possa essere revocato. Non lo affermo con certezza, ma con un’approssimazione prossima al 100%. Nella realtà il destino di quello Scudetto mi tange minimamente. Succeda quel che succeda. Nulla di quanto leggo m’indigna particolarmente. Nemmeno l’uso e l’abuso orrendo che ogni parte in causa sta facendo di un uomo morto. Ladro o angelo nessuno può esserlo allo stesso tempo. Trattavasi banalmente di uomo normale, fatto di pregi e debolezze. Cessino sputtanamento o mitizzazione, sono cose a lungo andare fanno quantomeno disgusto.

Provocazione. Il giochino alla rinuncia/non rinuncia della prescrizione è ridicolo. Nessuno rinuncia alla stessa ed è una scelta di comune buon senso. Eppure, sarò pazzo, ma se io fossi il Milan vi rinuncerei. Mi difenderei in aula contro tutte quelle accuse non coperte da giudicato che Palazzi addebita nuovamente ai rossoneri. Con un destino segnato, altri punti di penalizzazione, ma con il gusto di mettere spalle alla muro tutte quelle società oneste (se ce ne sono ancora), che non hanno le palle di dimostrare tale purezza. Nessuno sceglie giudici e tribunali, nemmeno Berlusconi, nemmeno l’Inter. Noi non abbiamo paura e voi?

Brescia – Milan 0-1. In questi giorni estivi si susseguono le repliche. Mi sono imbattuto nella replica di Brescia – Milan. Ne ho rivisto lunghi spezzoni. Trovo che questa sia la partita emblematica della stagione. Una partita giocata non benissimo, complessa, nella quale il Milan ha avuto però alcune occasioni limpidissime. Abbiamo colpito poi nel momento più difficile, in contropiede, abusando della loro foga e delle loro paure. Abbiamo vinto soffrendo. Siamo tornati una squadra capace di soffrire e di uscire vincente dalle partite più dure. Solo con questo atteggiamento e questa consapevolezza potremo ripeterci nella nuova stagione.

Copa America 2011. Il livello delle partite è indegno. Non ci sono altri termini per esprimere ciò che si sta vedendo in Argentina in questi giorni. La verità, credo, sia una sola: non è possibile giocare una simile manifestazione nel mese di luglio, dopo una stagione lunghissima. E’ veramente un controsenso, bisogna intervenire quanto prima sui calendari.

Leonardo. Può apparire morboso questo mio interesse nei suoi riguardi, ma siffatta metamorfosi mi sorprende. Dopo settimane di silenzi e sparizioni, oggi alle 16.30 sentiremo il suo verbo. Sono veramente curioso di capire cosa sta passando per la testa di quell’uomo.

Consigli per gli acquisti 2008. Andrei Arshavin, Valon Behrami, Dimitr Berbatov, Yohan Cabaye, Santiago Cazorla, Joao Moutinho, Paolo Sammarco. Posso dire senza dubbio di aver sbagliato valutazioni su Behrami e Sammarco. Non sono cresciuti come mi aspettavo. Cazorla è rimasto un ottimo giocatore, ma non ha fatto il salto di qualità. Cabaye ha vinto quest’anno il campionato con il Lilla. Ha giocato le ultime stagioni da leader. Strana la sua scelta di accasarsi al Newcastle. Il portoghese Moutinho è cresciuto esponenzialmente e quest’anno ha partecipato alla super stagione del Porto. Berbatov rappresentava e rappresenta un gregario sicuro. Arshavin ha vissuto una breve carriera da stella.

Consigli per gli acquisti 2009. Guillaume Hoarau, Mesut Ozil, Manuel Pasqual, Goran Pandev, Giuseppe Rossi, Rafael Van Der Vaart. Nessun dubbio sulla classe di Van Der Vaart. Occhi lunghi sulla esplosione/consacrazione di Rossi e Ozil. Delusione forte per i mancati miglioramenti di Pasqual. Pandev rappresentava un giocatore sicuro per la presumibile idea di calcio di Leonardo. Hoarau era, invece, il nome nuovo. Centravanti interessante del P.S.G.. Veniva da una stagione pazzesca. Non si è più riconfermato. Piccolo cabotaggio e nulla più.

Consigli per gli acquisti 2010. Mesut Ozil, Javier Pastore, Luis Suarez, Vladimir Stojkovic. Ostinato nel dire che Ozil era un giocatore da acquistare assolutamente. Giustamente innamorato del calciatore Suarez, poi accasatosi a suon di milioni al Liverpool. Avevo visto immagini di Pastore nelle prime amichevoli estive nell’anno del suo arrivo a Palermo (ero in vacanza in Sicilia nel 2009). La stagione 2010 non fu clamorosa, molti alti e bassi. Non cancellavo dalla mia testa quello che avevo visto. L’avrei preso dopo il primo anno, quando il suo valore era inferiore. A mio parere è un potenziale fuoriclasse . Da prendere anche oggi a costi alti. Stojkovic un semplice portiere di valore nell’anno dei mondiali.

Si viene… Nessuna novità sul fronte acquisti, solo tante belle speranze.

Si va… Nessuna novità sul fronte cessioni, solo tanti bei desideri.

Consigli per gli acquisti. Nicolas Ladislao Fedor Flores, detto Miku, classe 1985. Premetto, a scanso di equivoci, che non ritengo lo stesso un vero e proprio giocatore da Milan. Alcuni di voi lo avranno visto in azione nel corso del recente Brasile – Venezuela. Attaccante del Getafe, la sua carriera si è dispiegata integralmente in Spagna. E’ un giocatore (se fatto giocare) da 10-12 gol certi a stagione. Fisicamente potente, non particolarmente esplosivo, ha probabilmente esaurito i suoi margini di crescita. Vedendolo giocare ho più volte avuto la percezione che il ragazzo abbia fatto meno di quello che poteva. Se fossi un DS di una società di media caratura, lo seguirei con interesse.