…comincia l’ansia…

Domenica alle ore 20,45 Milano offre il suo meglio, con Milan e inter che si affrontano in un derby che arriva in un momento particolare della stagione.
L’Inter ha trovato, fortunatamente per loro, una buona serie di risultati positivi, seppur contro avversari di scarsissimo valore, che ha dato fiducia ad un ambiente che rischiava veramente il tracollo. Ora sono a meno 8 dalle due capoliste ma con un animo diverso e soprattutto con un Mister Monofinta, apparentemente, ritrovato. Rientrano sicuramente Forlan e Sneijder mentre invece quest’anno il signore che casualmente si fa male prima del derby per poi giocarlo sicuramente è Maicon, reo tra le altre cose di una bestemmia sesquipedale ripresa dalle telecamere di Sky durante la partita con il Parma.

Il Milan arriva alla stracittadina con una vittoria importante su un campo difficilissimo come quello di Bergamo, l’infermeria relativamente piena, ma una buona condizione psico/fisica. Quasi sicuramente Binho sostituirà Pato nell’undici titolare e qualsiasi cosa sia in grado di camminare o quanto meno vivere per 90 minuti sostituirà il figlio di Emanuele. Nesta riprenderà il suo posto in mezzo alla difesa al fianco di un Thiago Silva che si sta dimostrando sempre più per distacco il miglior difensore al mondo (Non Galliani cit.)

Forza, cosa aspetti scommetti!

Zona quote:
Coreografia della Sud migliore di quella della nord: 0.90
Paolillo che si presenta in qualsiasi televisione a chiedere un arbitraggio corretto: 1.01
Maicon che resta in dubito fino all’ultimo e sicuramente gioca: 1.02
Moratti che dice che non è una gara decisiva: 1.10
Emanuelson in campo: 5.50
Gol di Nocerino/Faraoni nel deby: 10.00

Andando leggermente off topic, ma neanche tanto visto che io provo un certo astio, sportivo naturalmente, contro la squadra partenopea, devo, per dovere di cronaca, riportare un video che ultimamente sta spopolando sui social network che riprende una strana esultanza di DeSantis che dopo il gol di Cavani che porta la partita del Napoli contro il Lecce sul 4 a 1 si dispera nel vero senso della parola, imprecando e allargando le braccia verso Lucarelli con un espressione inequivocabile. C’è da chiedersi come mai il portiere sia così triste del gol della sua squadra. Sempre casualmente però il Lecce negli ultimi minuti segna il 4-2. Vuoi vedere che il portierone sperava in una somma di gol pari?? A pensar male si fa peccato.. ma………
Edit: nel momento in cui posto il video è appena diventato non disponibile su Youtube, in caso di aggiornamenti modificherò…