Rigori. Argomento del giorno è il numero di rigori concessi al Milan negli ultimi mesi: 6. Ho avuto il piacere di rivedere le immagini di questi. 4 sono netti, 1 inesistente (Bologna) e 1 dubbio (Siena), ma per il fatto che dalla posizione dell’arbitro, questi non poteva far altro che fischiare il rigore. Solo il guardalinee a pochi metri avrebbe potuto invertire una decisione scorretta, ma scontata. Alla resa dei conti, mi sembra un argomento ozioso e privo di costrutto. Il calcio italiano è esclusivamente polemica, quindi è sciocco da parte mia stupirmi. Preciso, infine, che solo chi non ha mai calcato un campo di calcio o chi è in palese malafede, può pensare che il rigore di Bergamo fosse fasullo. Da che mondo è mondo, da che calcio è calcio, quello è rigore e ritengo che non sia il caso di discutere oltre, andando magari ad analizzare la distanza di Pato dal pallone o la posizione della gamba di Manfredini rispetto al pube del brasiliano. Cose ridicole per gente ridicola.

Ibrahimovic. A mia memoria, la quale comprende la visione di migliaia e migliaia di immagini di repertorio, non ho mai visto con la maglia rossonera un attaccante così ineffabilmente dominante sull’intero terreno di gioco. Non Altafini, non Van Basten, non Gullit, non Weah, non Shevchenko, forse Rivera, ma era un giocatore completamente diverso, quasi non paragonabile. Non ho possibilità di esprimermi su Nordhal, anche se ho il sospetto che quello fosse veramente troppo un altro calcio.

Tevez. Scrivo il post intorno alle 18.30 del giorno 10 gennaio 2012. Di tutto nel frattempo può essere accaduto, come può non essere successo nulla. Confermo la mia iniziale posizione: Tevez è un calciatore fortissimo che sposta gli equilibri di una squadra e di una stagione. Andasse all’Inter penserei che si è persa in malo modo un’occasione ghiotta per ingaggiare un campione. Le derisioni e le maledizioni per la gestione di Adriano Galliani sono il pane di altri. Per me il calcio è prettamente tecnica, tattica e tifo. Lo sfottò, lo sbeffeggio e l’umiliazione lasciano il tempo che trovano. Comprendo il tutto, ma non m’interessa. Questo lo affermo non potendo, però, negare che un esito negativo sarebbe difficilmente assorbibile dal nostro simpatico “cravatta gialla”.

Derby. Ho ricordo, negli ultimi 5/6 anni, di una circostanza molto chiara: raramente, se non quasi mai, ha vinto la squadra più debole. Un Milan in grande forma e in rimonta, nell’anno di Leonardo, fu spazzato via facilmente. Un’Inter in grande forma e in rimonta, nell’anno di Leonardo, fu spazzata va facilmente. Tralasciando la recente costante, si potrebbero fare altri esempi, su tutti il 4-1 dell’Inter, recuperato da noi sino al 4-3, nella sera dell’espulsione di Materazzi dopo l’esultanza senza maglia. L’Inter diede una dimostrazione di superiorità che raramente ho visto negli ultimi anni, scherzandoci come una squadra dell’oratorio. In concreto, poche sono state le gare equilibrate ed oggettivamente mi sento di rimarcare questa osservazione anche nell’ottica del Derby prossimo venturo. Eppure, non mi sento e non voglio essere tranquillo, poiché ho la percezione che lo scherzo potrebbe essere dietro l’angolo.

Chiedetelo a… “Caro Procuratore Federale, torno a scriverti dopo alcune settimane di silenzio. La mia situazione famigliare è decisamente migliorata: mio padre è morto! Ora ho finalmente l’appartamento tutto per me (essendo orfano di entrambi i genitori) e posso palpare serenamente il seno della ex-badante del mio defunto papà. Ciò detto, mi sorge il vago sospetto che lei sia rimasta a dormire a casa mia solo nella speranza dell’ottenimento del permesso di soggiorno e del ricongiungimento con i suoi nove figli rimasti nell’est Europa. Tra l’altro, mi racconta, che uno di questi è particolarmente dotato in campo calcistico ed un altro (causa la vicinanza alle famose nubi tossiche) dotato in campo sessuale. A tuo parere, nel caso non possa sfuggire alle grinfie di questa subdola comunista sovietica, quale dei due figli dovrei portare in Italia per remunerare un po’ sulle descritte doti?” (Stalloneinfuriato1964)

Mio fedelissimo Stalloneinfuriato1964 per questa volta ho deciso di lasciarti nelle mani dei miei fedeli lettori, i quali sapranno consigliarti meglio di me sul punto in questione… Quindi, voi che ne dite? Cosa deve fare il nostro comune amico?