Venerdi 8 giugno alle ore 18.00 con la partita inaugurale Polonia-Grecia avrà inizio la quattordicesima edizione dei campionati europei di calcio per Nazioni. Nella speranza che l’organizzazione sia perfetta, anche se ho seri dubbi sul versante trasporti avendo saggiato di persona la pessima rete stradale polacca, proviamo a quotare le probabilità di passaggio del turno e azzardare coloro che potrebbero esserne i protagonisti.

Gruppo A, composizione: Polonia, Grecia, Russia, Cechia. E’ probabilmente il girone più modesto qualitativamente, prevedo che la Russia abbia un buon 70% di probabilità di passaggio del turno, Polonia 55%, Cechia 50% e infine Grecia 25%. Robert Lewandowski della Polonia, il talento non del tutto espresso del russo Arshavin, l’eterno Baros oltre a Cech per la Cechia e Samaras per i Greci i giocatori da tenere d’occhio.

Gruppo B, composizione: Olanda, Danimarca, Germania, Portogallo. Girone di ferro nel quale vedo favorita, anche per la vittoria finale, la Germania per l’80%, seguita da Olanda 70%, Portogallo 30% e Danimarca 20%. Molti atleti di spicco in questo girone: Robben, Van Persie, Sneijder, MVB oltre al reclamizzatissimo Strootman se giocherà per gli orange; i tedeschi Neuer, Hummels, Ozil, Lahm, Schweini, Gomez e il sempreverde Klose; CR7 e Nani per i lusitani, la promessa Eriksen per i danesi.

Gruppo C: Spagna, Italia, Eire, Croazia. Arriviamo a questi europei con la migliore delle tradizioni nostrane, tra scandali e sconfitte nelle ultime amichevoli. Di solito poi con queste premesse si gioca un’ottima manifestazione, la realtà però dice che la nostra è una spedizione sgangherata. Diciamo Spagna 80%, Italia 50%, Croazia 40% e Eire, i miei pupilli con gli orange, al 30%. Gli azzurri in vetrina saranno Balotelli, Cassano e Pirlo, nella Spagna i giocatori li conosciamo tutti e c’è solo l’imbarazzo della scelta essendo oltretutto campione uscente e detentrice del titolo mondiale, gli esperti Given e Keane per gli irlandesi; Modric, Mandzukic e l’eterna promessa Kranjcar tra i croati.

Gruppo D: Ucraina, Svezia, Francia, Inghilterra. Gruppo che dovrebbe vedere primeggiare gli inglesi, da me favoriti al 70%, poi è una bella lotta tra Francia 55% e Svezia 45%; un restante generoso 30% per i padroni di casa Ucraini. Gli inglesi punteranno su Rooney e gli inossidabili Gerrard, Terry e Lampard; i francesi si affideranno a Menez, Nasri, Benzema oltre che ovviamente a Ribéry; Ibrahimovic ed Elmander saranno gli alfieri svedesi; Milevskiy e gli anziani Tymoshchuk e l’indimenticabile zar dell’est Shevchenko, fisico permettendo, i big ucraini.

Non mancheranno neppure seghini in pectore: in ordine sparso cito l’olandese Boulahrouz che qualche buontempone accosta al Milan, Mertesacker, Pepe, l’ineffabile Quaresma, Poulsen, Kjaer, il nostro Mexès, per gli azzurri Bonucci, i nostri beniamini del titolo Buffon e Abate, ed infine i portieri Eduardo e Hart.

...van bene anche i dirottamenti eh....

Sul fronte strettamente rossonero segnaliamo la partenza della Crociera Rossonera che per 7 giorni porterà a zonzo nel Mediterraneo Galliani e Allegri: Se Adriano mantiene fede ai propositi di lasciare la maglia numero 9 a Inzaghi anche per l’anno prossimo, magari rinnovando anche a Seedorf, non ci resta che auspicare che colino tutti a picco.

Fa invece piacere la qualificazione alle semifinali del campionato primavera dei nostri ragazzi, ottenuta regolando 2-0 la Juventus in quel di Gubbio: ho visto una squadra abbastanza solida, cinica, contro i favoriti bianconeri. Buoni prospetti sono il ben assortito duo d’attacco Ganz-Comi, oltre all’elegante centrale Rodrigo Ely e l’interno Bertoni.