Perso, purtroppo, il primo derby stagionale sul… semisintetico, al termine di una partita dominata in lungo ed in largo ma in cui si è pagata carissima la dormita collettiva della nostra retroguardia sulla punizione dalla destra dei cugini, dalla quale scaturisce il colpo di testa di Samuel (siamo al 5′). Una doccia fredda, con un Abbiati che poi, un minuto dopo, regala su pessimo rinvio a Milito la palla gol per il raddoppio (ci pensa Mexes a metterci una pezza)…

Il Diavolo però non vuole darsi per vinto e reagisce: dopo un cross osceno di Boateng all’8′ la prima occasione degna di nota per i nostri è al 13′ con un un tiro di Montolivo fuori di pochissimo. L’Inter non affonda più e ci lascia giocare; tra gli highlights, un corner al 15′, un tiro a giro del Faraone al 22′, una punizione al 24′ con conseguente angolo e bordata di Urby ed una botta di prima di Boateng al 29′ su cross rasoterra di Bonera. L’Inter pensa solo a difendersi e c’è spazio per un’altra ciabattata del Boa che non sfrutta un’ingenuità di Juan Jesus prima del Valeri-show

Il giovane fischietto designato per questa sfida fischia l’interruzione del gioco per un fallo in attacco di Emanuelson su Handanovic – è in realtà il portiere a fiondarglisi contro – proprio mentre Montolivo insacca con un bel tiro; sfortunatamente non sarà che l’inizio. Al 43′, infatti, Valeri s’inventa un fallo in attacco di Emanuelson su Juan Jesus, peccato però che il fallo fosse stato commesso dall’interista (poteva anche starci una seconda ammonizione). Il clima si fa incandescente ed il primo tempo si conclude con strascichi e recriminazioni

Nella ripresa, già al 47′, L’Inter resta in 10 per il secondo giallo a Nagatomo; potrebbe essere la svolta, ma così non sarà. Entrano Robinho e Pazzini ed entrambi si danno da fare per segnare; le occasioni, anche se non sempre nitidissime, non ci mancano – su tutte, Bojan che scivola al 66′, un Pazzo che non arriva di un soffio su un bel cross al 74′, una rasoiata di Urby in angolo al 76′ – ma all’81’ Valeri ci mette ancora del suo non fischiando un rigore sacrosanto per tocco di Samuel su Boateng. Dopo altre situazioni più o meno nitide per noi, su fuorigioco e fallo in attacco di Yepes al 92′ arriva il triplice fischio…

CONSIDERAZIONI:

Io stasera non ho visto un Milan così malvagio; lo scarsume permane (soprattutto sulle palle inattive) ma il gioco non mi è dispiaciuto e finalmente ho visto azioni corali e non conclusioni dettate da mere individualità. Spero davvero che questa sconfitta tempri la squadra…

Il sospetto è che però di partite così ne perderemo altre, temo…

Boateng non c’entra nulla con la maglia numero 10 che indossa, Abbiati è incostante, Bonera ha sofferto, El Shaarawy corre e ripiega generosamente in difesa, Bene, meglio delle altre sue uscite, Montolivo, gli entranti in corsa fanno del loro meglio…

Ad Allegri, stasera,  non imputo alcuna colpa…

Andiamo avanti, qualcosa di positivo s’intravede, sperando poi in arbitraggi più fortunati…