PRIMO TEMPO:

Yaaaaaaaaaaaaaawwwwwwwwwwwwwwwwwnnn…

Zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz… Rooooooonffffffffff… Zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz…

???

Grandissimo gol del francese…

Uh, ma che succede? Mi sono addormentato? COOOOSAAAA? Giocava il Milan? Finito il primo tempo? Ma… Mi sono addormentato? Possibile? Ma cosa mi sono perso???

Ehhhhhhhhhhhhhh? Nulla? Nessun tiro in porta? Un inizio accettabile per 5′ salvo poi giocare con un atteggiamento passivo e rischiare di passare sotto al 12′ (salva Abbiati) e anche un minuto dopo?

‘nsomma, il solito primo tempo regalato…

SECONDO TEMPO:

Bevo un po’ d’acqua per tenermi sveglio, ma il gol del Faraone dopo neppure un minuto è una sferzata di adrenalina: cross dalla destra di De Sciglio, El Shaarawy stoppa e, grazie anche ad un Nocerino che praticamente si scansa, batte a rete smarcatissimo…

Il momento è di quelli buoni, al 69′ i belgi restano in 10 per un rosso diretto a Nuytinck e, neppure un minuto dopo, Mexes realizza un gol da fantascienza: punizione per noi, il francese stoppa di petto e calcia a rete in rovesciata col destro, tiro irraggiungibile per il portiere avversario…

Sempre più trascinatore del Milan…

Sembra una partita solo in discesa, ma al 77′ il gol di De Sutter su ennesima ingenuità difensiva che può riaprire il match; come se non bastasse, Mexes esce per infortunio e viene sostituito da Zapata. All’82’ occasionissima per l’Anderlecht con Deschacht che per fortuna spara alto; si soffre in maniera assurda ancora per un po’ tenuto conto della nostra superiorità numerica ma, alla fine, il gol della tranquillità con Pato, che finalizza una splendida galoppata di El Shaarawy sulla sinistra culminata con assist proprio per il Papero

Tre punti che ci valgono l’accesso matematico agli ottavi e – si spera – un po’ di morale

CONSIDERAZIONI:

Bene la vittoria, ma perseguono le solite amnesie difensive e atteggiamenti di passività e di paura

La squadra mi è piaciuta nel suo complesso nella ripresa; bene Constant, Abbiati si fa perdonare le puttanate di Napoli, ottimo De Sciglio per gli assist e i marcatori, bene anche Yepes, ancora in ritardo di condizione Boateng

Ora i gobbi