L’Aglianese Calcio 1923 è una società della provincia di Pistoia, che attualmente disputa, con buone prestazioni, il girone D della Seconda Categoria toscana. I colori sociali sono il nero e il verde. Nel dopoguerra la squadra ha militato con costanza nei campionati di C e D, alternando momenti di gloria a momenti difficili. L’ultima promozione nell’allora serie C2 risale alla stagione 2001-2002, periodo che è coinciso con la presenza di Massimiliano Allegri prima da giocatore, poi da allenatore.

Il divino Massimiliano predica il suo verbo in un umile campo della periferia di Agliana (Pistoia).

Il divino Massimiliano predica il suo verbo in un umile campo della periferia di Agliana (Pistoia).

Vicissitudini economiche hanno condotto l’Aglianese al fallimento, obbligando la neonata società a ripartire (nell’anno 2007/2008) dalla Terza Categoria. Venendo alla stretta attualità, l’Aglianese si trova al quinto posto, a pari punti con l’Antares (compagine della cittadina di Montale), e nell’ultima domenica ha avuto ragione dello Jolo (agguerrita squadra di Prato) con il punteggio di 1-0.

Per capire il proprio dio, la propria guida materiale e spirituale, nonchè la propria ispirazione quotidiana, bisogna conoscerne a fondo la storia.

Settimana prossima, a meno di eventi più significativi delle dimissioni del Papa o della partita di Champions League Milan-Barcellona, parleremo della SPAL (Società Polisportiva Ars et Labor) e dell’infanzia di Massimo Cellino.