32 3 minuti 10 anni
cassano_linguaccia
Cassano nel momento esatto in cui capisce

A me ciò che si dice ora di Cassano ricorda un po’ l’aforisma di Mark Twain: “Smettere di fumare è facile, io l’ho fatto centinaia di volte”. Voglio dire: quante volte abbiamo udito la frase: “Cassano ha capito di avere sbagliato”? Personalmente l’ho udita ogni volta che il talento di Bari vecchia ha combinato cazzate, o quando ha lasciato le numerose squadre in cui ha militato sbattendo la porta e vomitando improperi.

Arrivato a Roma da Bari accompagnato da grandi aspettative, Antonio litigò ben presto cor gabidano che, si dice, lo aveva accolto come uno di famiglia aprendogli pure le porte di casa. Ceduto senza troppi rimpianti al Real, si distinse perlopiù per una celeberrima imitazione del suo allenatore Fabio Capello, perdendo il posto in rosa nel giro di poco tempo e costringendosi prematuramente ad imprimere una brusca frenata alla propria carriera. Obbligato quindi a ridimensionarsi, fu accolto come un figlio dall’allora presidente sampdoriano Garrone, notoriamente persona beneducata e correttissima la quale, per ringraziamento, venne per una quisquilia vergognosamente insultata e spedita affaibbugghì. Poi il Milan, squadra leggendaria per cui all’arrivo il barese si spese in sperticate dichiarazioni d’amore; squadra da cui venne coccolato, curato e protetto durante i gravi problemi di salute che avrebbero potuto troncargli non solo la carriera, ma anche la vita. Un amore ben presto discioltosi in un mare di mugugni a denti stretti, antipatiche polemiche con Adrianone (che talvolta ci starà pure sulle balle, ma che possiamo insultare soltanto noi) e un improvviso addio direzione Inter. Qui, voluto fortemente dal suo dirimpettaio Stratantarobba, suo amicone, suo simpatico imitatore nonché attuale allenatore neroazzurro, è storia recentissima quella del violento alterco fra i due, evento per il quale tutti noi, calciofili di ogni colore interisti compresi, avevamo dubbi sul “quando”, non certo sul “se”.

Tuttavia, alla fine di ogni capitolo della sua bizzarra carriera, Cassano capisce. E ammette di avere sbagliato. Un artista, l’ha definito Massimo Moratti. Un emerito coglione, lo definirebbe qualcun altro.

32 commenti su “Cassano alla fine capisce

  1. buongiorno…

    ricostruzione precisa. Del resto, che la sua gestione fosse molto impegnativa, lo si sapeva.
    Purtroppo per lui gli mancano i fondamentali. E non mi riferisco al calcio.

    E’ singolare anche la differenza di trattamento riservata a questo cialtrone: alla Roma ha lasciato lo sfregio (anche a casa Totti, un altro che pare tonto ma che aveva capito tutto di questo babbeo), al Real l’hanno spedito via in fretta, Garrone (figlio) al solo nominarlo inizia a schiumare dalla bocca, Adrianone l’ha sifonato al volo lasciando tutti a bocca aperta in quanto non se ne capiva la ragione, mentre Moratti lo giustifica defininendolo un artista.
    Ma è come dici tu, marcovan: è un emerito coglione.

  2. Al milan ha rigato dritto finché qualcuno l’ha colpito con i calci della redenzione:

    http://www.youtube.com/watch?v=7RM1GoHtbC0

    andato via il Maestro, wurstel-face si è sentito in diritto di vomitare merda.
    Ma Galliani, a cui si può dire tutto tranne che non sappia gestire i problemi interni, l’ha immediatamente spedito dalle merde, guadagnandoci pure un signor centravanti che, insultato, schernito e panchinato, l’ha messa dentro 13 volte.

  3. Ma no ! Non vale ! Laciatelo in pace : poverino lui…(sarà solo un incompreso che persiste) 😉

  4. Pazzini parla a ‘Undici’, trasmissione di Mediaset, del suo momento magico al Milan e della lite Stramaccioni-Cassano: “Il mio arrivo al Milan è stata un’operazione che ho fortemente voluto – spiega su Italia 2. Le opinioni che mi sono fatto su alcune persone, quando ero all’Inter, hanno influito sulla mia scelta”. Sulla lite tra il tecnico nerazzurro ed il barese dice: “Chi è stata la talpa che ha fatto uscire la notizia? Lo sanno tutti, ma non si può dire”.

  5. ma se Stratantarobba dice: “lo spogliatoio è sacro e le questioni interne dovrebbero rimare tali. Chi ha fatto uscire la cose non vuole bene all’Inter”, la talpa è il talen_tontone di Bari vecchia ?
    E la sua signora che tuitta sempre cosa cinguetta in questi giorni ?
    “Se cadi sette volte, rialzati otto volte”
    Il marito/artista ha pensato subito al film di Ficarra e Picone (il 7 e l’8), ma non ha capito.
    Contava pure con le dita delle mani ma non gli tornava qualcosa: perché rialzarsi una volta in più ? Sarò caduto una volta in meno ? Ma era rigore ?

  6. bisogna darti atto, boss, che tu l’avevi detto subito quando è arrivato, che prima o poi l’avrebbe combinata.
    noi, in fondo, bonaccioni come siamo, avevamo pensato che l’avremmo scampata la Cassanata in rossonero. A parte il “cuore matto” non ne ha combinate, giusto quei malumori e brontolii di stomaco curati subito subito da Galliani con un biglietto di sola andata per l’altra sponda di San Siro.
    non saprei nemmeno dire quale è stata peggio, se al real, dove in ritiro affittava una stanza al piano sotto quello della squadra, scopava e poi tornava a dormire, alla roma con corna e paroloni pure a Totti oppure alla Samp del compianto Garrone. Speriamo che ne riservi una pure a massimino dai, così fuga ogni dubbio 🙂

    pare che la frase incriminata sia: “all’uscita dal campo la scintilla, nello spogliatoio l’esplosione dopo la battuta di Antonio: “Ecco, Mourinho ha fischiato la fine” rivolta al tecnico

    “Chi è stata la talpa che ha fatto uscire la notizia? Lo sanno tutti, ma non si può dire”.

    strama dice che non è un giocatore..o è quel coglione di Branca o è l’insospettabile nonno Zanetti.oppure, come sempre, il maggiordomo.

  7. cassano è semplicemente uno che sarebbe potuto diventare uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi e invece, tra 10 anni, verrà ricordato come un qualsiasi enrico chiesa (che però ha fatto il massimo di quello che poteva).

    cazzi suoi, meno male essercene liberati.

  8. Enrico Chiesa era un grande attaccante.

    Cassano alla fine della carriera non so se avrà fatto i gol di Chiesa in carriera.

    Le parole Cassano e capire non possono stare nella stessa frase.

    Mi pento di aver pensato bene di lui.

    E’ proprio vero che i colori obnubilano la vista.

  9. Enrico Chiesa era un grande attaccante.

    ma infatti, avercene di Enrico Chiesa.

    Cassano alla fine della carriera non so se avrà fatto i gol di Chiesa in carriera.

    In 530 partite ha fatto 178 reti (0.336)
    Cassano in 426 partite ha fatto 119 reti (0.279)
    E’ un pò difficile…

  10. Credo che un po’ tutti avevamo, non dico l’illusione, ma forse la speranza che Cassano venendo da noi potesse un po’ migliorare la sua educazione. Non è stato cosi, adesso è il turno dei cugini sorbirselo e amarlo come si può amare solo un artista ( 😯 ). Fino al prossimo sfogo, ovviamente.
    Che risate in quel Milan Roma finale di Coppa Italia col fantantonio che insulta l’arbitro e si fa cacciare col gesto delle corna, nel mentre nello spicchio di curva romanista gli ultra giallorossi se le davano equamente divisi nei partiti pro e contro il barese.

    Chiesa è stato un signor giocatore e professionista, il cardiopatico ne è lontano.

  11. Ma ci pensate se noi arriviamo quarti, l’inter terza (magari arrivando a pari punti) però noi vinciamo sculando in maniera pazzesca la Champions? 😆

    Ridiamo per l’eternità….

  12. Enrico Chiesa era un grandissimo. Calciava da Dio da fuori area.. che gol faceva, sia alla Samp che al Parma.

    Per Cassano io ho seguito il processo contrario.. ero un fan dello stolto quando giocava con gli altri.. calcisticamente lo trovavo sublime. Sapevo fosse un molesto, ma credevo ci fossero anche responsabilitá altrui.

    Dopo il vile tradimento di questa estate ho capito che uomo di merda sia.. ! Ergo, io ho capito solo quando é arrivato qua.. ! Ora lo rinnego con tutto il cuore.. attendo lo “stack” del suo lurido crociato.

  13. Ma ci pensate se noi arriviamo quarti, l’inter terza (magari arrivando a pari punti) però noi vinciamo sculando in maniera pazzesca la Champions?

    entreremmo in champions entrambi, la vincente ha il posto riservato nei gironi.
    Posto che non la vinciamo, meglio se ad ogni buon conto l’inter arrivi quinta.

  14. entreremmo in champions entrambi, la vincente ha il posto riservato nei gironi.

    No.
    Se voi vincete la Champions’ e l’Inter arriva terza, voi andate in Champions’ e l’Inter in Europa League.

  15. Arriviamo terzi o anche secondi che e’ meglio.
    Se anche passassimo col Barca la strada sarebbe lo stesso molto ma molto dura.
    A me delle merde fa paura non tanto la squadraccia che hanno, ma il gran culo che hanno !!!!!
    Basta vedere le ultime due partite.
    Con noi letteralmente massacrati per un tempo e salvati dal portiere.
    A Catania dominati per un tempo e il portiere che li salva dal terzo gol, un culo pazzesco……………
    Avessimo giocato noi il Derby in quella maniera, saremmo stati asfaltati, idem a Catania.

  16. Vi ricordate Sculli, quello che nella partita del Genoa nella quale i tifosi fecero togliere la maglia andò a parlare nell’orecchio ad un ultras?
    Hanno arrestato il suo papà, perché sospettato di fare il ‘ndranghetiere. 😯 😯 😯
    Ma si può!?!? 😎

  17. Che poi vorrei capire perché ogni volta che capita una cosa del genere sembra più grave la “fuga di notizie” che non il “fattaccio” … a me puzza tanto di ipocrisia … se il “fattaccio” non è poi così grave, ma chissenefrega se la notizia è trapelata, ma chissenefrega chi è la talpa … non è capitato niente di grave e morta là … ma probabilmente il “fattaccio” è grave, mina lo spogliatoio, è sintomo di nervosismo, corrode la compattezza del gruppo … e allora si cerca di sviare l’attenzione su qualcos’altro …

  18. prostitute intellettuali, no?
    E’ un gombloddo per destabilizzare l’Inter, non è certo colpa di quel bravo ragazzo di Cassano!
    Povera inter, accerchiata, dai giornalisti rossobianconeri!

    Vergogna!

    idioti.

  19. Elbo cazzo paragonare un professionista serio e bravo (anche se ci ha quasi sempre punito n.d.r.) ad un coglione del genere?

    Tra 10 anni sarà ricordato come il “coglione” di Bari vecchia e basta…

    La squadra che ha visto giusto e subito è stata, mi spiace dirlo; la Juventus. Quando andò alla Roma si era parlato fortemente anche qualchanno prima di un suo imminente passaggio in bianconero, se è sfumato non perché la Roma fu più brava….

  20. non sono d’accordo Danilo.
    Il solo fatto di aver avuto Moggi tra le sue fila é: “tana, libera tutti”.
    Non c’é merito. É solo culo.
    E comunque il microcefalo voleva i prescritti da sempre.

  21. Minchia, il demone di Setubal ha preso un autorete agli ottavi di Champions.. sta per abbattersi qualche sciagura.. tenetevi alle poltrone…

  22. taaaaaaaac…

    espulsione da pazzi..

    Vai Mou.. fagli l’ano ora..

  23. Ma come è possibile rovinare cosi una partita del livello di man-real? arbitro da radiare 😡

  24. Che furto ragazzi, rapina a mano armata mou solito mariuolo

  25. … andrebbe rigiocata la partita dal minuto dell’espulsione di Nani, si vede benissimo che il portoghese stava guardando il pallone e non si è accorto dell’arrivo dell’avversario … non posso credere alla buona fede di questo arbitro …

  26. Ferguson avrebbe potuto fare il gesto delle manette!

    A parti invertite, Mou sarebbe entrato in campo a cazzo nudo rotolandosi sull’erba subito dopo il fischio finale…

    L’antimadridismo, oggi più che mai, è un dovere morale.

    Puta Madrid. Siempre contra la peste blanca.

  27. A parti invertite, Mou sarebbe entrato in campo a cazzo nudo rotolandosi sull’erba subito dopo il fischio finale…

    L’antimadridismo, oggi più che mai, è un dovere morale.

    Puta Madrid. Siempre contra la peste blanca.

    condivido anche la punteggiatura.

  28. non l’ho vista ma ho letto quanto è successo.
    Pare che Ferguson abbia ragione a lamentarsi.
    Come betis credo anch’io, a parti invertite, alle sceneggiate del portoghese.
    Del resto lui è quello che moralmente ed eticamente è ineccepibile.
    A febbraio, il cialtronão, pontificava sulla sportività, eh

I commenti sono chiusi.