Pupillo

Pupillo

Siena-Milan – Solo della partita di stasera c’è da parlare, no? Siamo contro una squadra retrocessa. La vinciamo, tre punti e ciao ciao ai Della Valle brothers. Montolivo convocato, si narra che sia abile e arruolabile sin dal primo minuto. Davanti non c’è l’abusivo della numero 10, ma l’importante è che ci siano Marione e Stephan. Là dietro, non fate cazzate. Non c’è bisogno del partitone, non c’è bisogno del bel giuoco, c’è bisogno del compitino senza sbavature, da 6 in pagella. Su che ce le facciamo. E se ce la facciamo, poi?

Scaramanzia portami via – I play off di Champions League (fingers crossed) si svolgeranno tra il 20 ed il 28 agosto. Quindi, come l’anno scorso quando non avevamo i preliminari, si fa il mercato il 29, il 30 e il 31, nei due mesi precedenti dedicatevi ad altro, all’abbronzatura, ai pic nic, al tombolo, all’intonaco nuovo di casa, quello che vi pare. Il mercato non è per noi. Noi siamo superiori. Tsé, che volgarità questo viavai di cartellini che c’è ogni anno.

Insomma, in sti dannati preliminari, chi ci sarebbe? Diciamo che noi sarem(m)o sicuramente tra le teste di serie, quindi dovremmo riuscire ad evitare brutte sorprese: no alle inglesi (probabile l’Arsenal, al momento), no allo Schalke 04, no al Lione (sempre che non faccia sciocchezze sul traguardo finale, essendo a +1 con una partita giocata in meno). Di quelle del turno precedente, dovremmo evitare lo Zenit (se passa), in bilico il PSV Eindhoven – però dipende dagli accoppiamenti e dai risultati, da tante cose insomma. Le spagnole, boh: se la Real Sociedad tiene il 4° posto, potrebbe essere la mina vagante negli accoppiamenti, altrimenti il Valencia testa di serie spingerebbe russi ed olandesi di sopra tra i nostri possibili avversari. Unico altro accoppiamento evitabile sarebbe quello col Fenerbahce, per il resto solo nomi oscuri e squadre di rango inferiore anche al Milan sgangherato di questi tempi.

HO SMESSO DI PARLARE DI CHAMPIONS LEAGUE, ORA FINITELA DI TOCCARVI.

Non c’è nulla più da dire. Questa è la mia ultima presentazione stagionale, e allora dai col cazzeggio. Due video. Il primo è possibile che vi sia capitato sotto gli occhi, è l’astronauta canadese Chris Hadfield che canta Space Oddity a bordo della stazione spaziale internazionale prima del viaggio di ritorno a casa. Il testo è leggermente modificato, poiché nella canzone originale di David Bowie si parla del maggiore Tom che a un certo punto per qualche problema si perde nello spazio – insomma, avrebbe portato rogna. Nel secondo video ci sono dei ragazzini.

 


IL PROGRAMMA DELLA 38a GIORNATA

18 maggio 2013
– ore 20:45: Sampdoria-Juventus 3-2

19 maggio 2013
– ore 15:00: Atalanta-Chievo
– ore 15:00: Bologna-Genoa
– ore 20:45: Cagliari-Lazio
– ore 20:45: Inter-Udinese
– ore 20:45: Palermo-Parma
– ore 20:45: Pescara-Fiorentina
– ore 20:45: Roma-Napoli
– ore 20:45: Siena-Milan
– ore 20:45: Torino-Catania