SALA D’ATTESA – Non di solo calcio vive l’uomo

In questo post del venerdì, in attesa di Milan-Bologna, primo anticipo della serie A, eccezionalmente al venerdì causa Champions – a cui seguiranno sabato FiorentinaLamentina-InterPiangina – , prendiamo qualche tema d’attualità, per alleggerire un po’ il tutto, come sempredi venerdì, che a noi non piace prenderci troppo sul serio (anche perchè non lo siamo e, giustamente, nessuno lo fa)

CALCIO E POLITICA – Per come siamo abituati noi italiani, la politica è cosa bruttasporcaecattiva e le ultime vicende successe in settimana relative al Governo ne sono un’ottima dimostrazione, ma stavolta andiamo a guardare in casa dei vicini: no, non i Francesisenzabidet, andiamo dagli Svizzeriorologi&formaggio. Infatti, è passata settimana scorsa, anche se con solo il 50,3% dei voti, una legge anti-immigrati, che mira a ridurre il numero di lavoratori stranieri in terra elvetica, che costituirà un bel territorio di diatriba con l’UE, già pronta a rivedere gli accordi bilaterali con quel Paesino incastrato tra le montagne che sta nel bel emzzo degli Stati maggiori dell’Unione. Ma ho detto che oggi alleggerivo, quindi spostiamo la cosa sul calcio.
Come insegna Libero, la rivista spagnola, ci sono cose che “se spiegate col calcio” si capiscono più facilmente (anche per chi non mastica lo spagnolo, il terzo video dell’elenco, sulla “macchina per addominali” è di facile comprensione) ed allora vediamo cosa succederebbe alla Svizzera calcistica senza immigrati: della nazionale, ben 7/8 titolari su 11, non potrebbero giocare, dato che sono naturalizzati: e parliamo dell’intero, forte, centrocampo praticamente! Inler, Behrami, Dzemaili, Shaqiri…Siamo sicuri che verrà applicata così severamente quella legge??

sochi curling sexy

Continuiamo a schifare il curling noi…..

SOCHI E ATTUALITA’ – Anche per le Olimpiadi si potrebbe parlare di politica, ma non lo faremo. Vogliamo parlare delle cose belle di questi giochi di Sochi, non certo degli alberghi non ancora finiti, cessi doppi, stanze senza porte etc, come documentano gli atleti sui social network o della polemica sui gay innescata da Putin. Anzi si, di questo ne parleremo, ma solo perchè vi voglio mostrare un video geniale inventato dai norvegesi per rispondere a tono…Devo dire che l’effetto sorpresa è decisamente importante!!

Parliamo dunque di Innerhofer, medaglia d’argento in discesa e poche ore fa medaglia di bronzo in supercombinata. Dell’eterno campione Zoeggeler che vince la sesta medaglia in sei olimpiadi diverse, di Arianna Fontana, argento nello short track 500 metri, in una finale degna dell’indimenticato Steven Bradbury (qui col commento gialappa) e vinta dalla cinese (più scarsa) dopo che le altre tre sono cadute alla seconda curva. YES, she did a Bradbury! (espressioneveramenteesistentenelvocabolarioaustraliano).
Poche gioie per ora, oltre a due medaglie di legno (di Merighetti e Pittin) dai colori azzurri, ma ben di più dalle varie atlete presenti a Sochi in una raccolta stilata da TFM: di queste 24 TOP, ben 10 sono atlete USA (un po’ di parte eh?), ma si difendono Austria (della figliuola qui a fianco), Norvegia e Russia a quota 3, e altre 5 nazioni outsider, tra cui manca (incredibilmente) la Svezia.
Come sport, prevale lo sci (7 atlete, tra cui Tina -Maze- la bellina presente nell’immagine di copertina, che oltre ad essere bella ha vinto pure l’oro in discesa), seguito a ruota da snow (6) e curling (5), tra cui l’intera squadra russa e sempre l’austriaca dui sopra..Più dietro il pattinaggio della splendida finalndese Kiira Korpi.
Mi sembra doveroso, se avete letto fino qui, inserirvi anche la classifica completa, che so che è quello che realmente aspettate :seghino:

Insomma, se il calcio vi stufa, il mondo è pieno di sport alternativi: via di ramazza sul ghiaccio, o prendetevi una tavola ed imparate a surfare..altrimenti andate in Russia o Norvegia direttamente, che fate prima di imparare a sciare…..

Buona partita e buon weekend!