Diciamocela tutta… ma di che cavolo stiamo a parlare?
Davvero, il senso di questo post è risibile.
I contenuti sono esauriti da un pezzo, diciamo che tolto il calciomercato diciamo più meno sempre la stessa cosa da quando Ibra se n’è andato.
Sì, lo stadio nuovo (ma com’è finita?), la nuova proprietà (giallomuso del sud versus giallomuso del nord), ma in sostanza, di che parliamo?
Non c’è niente che sia realmente in grado di scuoterci dallo stato di frigidità del tifo nel quale molti di noi sono piombati. Talmente apatici che non abbiamo più neanche la voglia di sfottere coloro che vogliono toglierci la patente di milanismo.
Io non so manco contro chi giochiamo domenica prossima (per dire).
Mi si dirà quindi: perché cavolo stai scrivendo questo post? Ti pagano col conteggio di parole?
Vorrei poter dire di sì.
Ma la verità è che mi scoccia che la prima parola che si legge entrando sia INTER.
E allora va bene così, nuovo post, vecchia apatia. In attesa, come sempre.
La Cina è sempre più vicina.