103 3 minuti 2 settimane

Un paio di giorni fa circa è stato sorteggiato il calendario della Serie A 2024-25.

Non ho seguito la diretta ma sono andato a vedere ed a salvarmi il calendario da uno dei tanti siti che lo hanno proposto.

Non ci ho mai tenuto più di tanto al calendario, solo la curiosità di vedere quando incontriamo Y oppure X.

Molti dicono e scrivono “tanto bisogna affrontarle tutte prima o poi…”. In parte è vero, ma in parte anche no. Specialmente se hai il mercoledì una partita di Champions, non è certo auspicabile incontrare una “almeno” tra Inter e Juve.

Comunque faccio questo post esclusivamente da un punto di vista statistico e tanto per scrivere qualcosa in questo periodo di “attesa” di qualche colpo in entrata!

Questa stagione la iniziamo in casa col Torino e la concludiamo, sempre in casa, con il Monza. Il primo derby una settimana più tardi rispetto alla stagione passata quando subimmo una sonora sconfitta alla 4ª giornata.

Dopo l’esordio casalingo, subito due trasferte contro il Parma e la Lazio.

Il Parma, come il Verona ed il Cagliari le prime due le giocheranno in casa. Questo perché Atalanta e Como giocheranno le prime tre tutte in trasferta per i lavori da terminare ai rispettivi stadi, mentre il Venezia “solo” le prime due.

Come scritto su il primo derby alla 5ª giornata il 22 settembre, mentre il ritorno alla 4ª di ritorno il 2 febbraio. Quindi quasi dopo un intero girone.

Mentre la Juventus l’affronteremo il 24 novembre a San Siro alla 13ª giornata, mentre il ritorno a Torino solo dopo 8 turni il 19 gennaio 2ª di ritorno.

Sempre da un punto di vista statistico, ma è sempre bene tenere in considerazione anche se probabilmente non vorrà dire nulla, abbiamo questa stagione 3 volte due partite consecutive fuori casa e 2 volte invece in casa.

Il Venezia che affronteremo alla 4ª giornata in casa, la riaffronteremo dopo ben 30 giornate alla 34ª. È in pratica la squadra contro la quale passeranno più giornate tra andata e ritorno.

Invece Cagliari, Verona e come già citata Juventus, saranno quelle le quali il tempo tra i due incontri sarà più breve, “solo” 8 le giornate di attesa

Ho scritto questo post come detto all’inizio esaminando il calendario solo da un punto di vista statistico. Sicuramente ci saranno altri dati che al momento mi saranno sfuggiti, ma forse se li avessi notati avrei fatto un post troppo lungo e noioso. Lascio a voi, fratelli rossoneri, riportarli.

In attesa ora dei primi colpi da mettere a segno, che è la cosa più importante, nel frattempo auguro di vero cuore buone vacanze a tutti!!!

Immagine prelevata su www.freepik.com

 

103 commenti su “SERIE A 2024/25: il Campionato del Milan

  1. La Spagna ha vnito con merito. Ha giocato una partita molto bella con un buon avversario.
    Erano entrambe messe bene in campo ma gli iberici l’hanno voluta vincere molto più degli inglesi.
    —–

    In questo caso trovo molto interessante il fatto che l’allenatore della Nazionale non viene dai Club, dove i giocatori stranieri hanno un grande peso, ma dalle Nazionali Giovanili Spagnole il che vuol dire che lui conosce molto bene i giovani della sua nazione e non è casuale che a parecchi giovani, ai più sconosciuti, lui abbia dato fiducia… in alcuni casi anche più spazio di quello che trovano nei loro club… trovo questa molto ma molto interessante come scelta sui giovani


    Concordo anch’io su questo aspetto.

  2. Nel frattempo, in attesa della ufficializzazione di qualche acquisto, sono usciti i calendari della Serie C.
    Il Milan futuro fa il suo esordio contro la Virtus Entella fuori casa il 25/08. Ultima in casa con la Vis Pesaro il 27 aprile
    Il 13 ottobre ci sarà l’incontro all’Adriatico contro il Pescara, mentre a Pineto (TE) si giocherà il 12 marzo.

  3. Morata sembra ormai fatta, sarà il nostro prossimo centravanti, un buon, anzi probabilmente anche ottimo giocatore, se l’allenatore che, a mio avviso, ha fatto uno stupendo lavoro con la nazionale Spagnola gli affida la fascia da Capitano non è casuale.
    Penso ottima persona, serio professionista che si sa sacrificare e partecipa molto al gioco della squadra.
    Do un’occhiata alle statistiche e alla fin fine mi rendo conto che forse segna di più rispetto a quello che pensavo, forse influenzato da questo Europeo dove ha giocato più per la manovra che da vero uomo goal.
    E vabbè il nostro prossimo centravanti sarà lui e il futuro ci dirà se il trentaduenne Spagnolo è tecnicamente l’uomo adatto al gioco che Fonseca vorrà attuare.
    Grossi dubbi e perplessità sui motivi che hanno portato i nostri dirigenti a questa scelta.
    Per come è arrivato, non credo fosse uno tra le nostre prime scelte,, a quel prezzo, svincolo a 13 milioni e un ingaggio dentro i nostri parametri, economicamente è un affare… non ci sono dubbi…
    Come, non ci sono dubbi che a quel prezzo lo si poteva avere, senza problemi, anche alcuni mesi fa quando invece si preferì inseguire altri obiettivi, altri giocatori, dimostratesi poi fuori dalla nostra disponibilità economica…
    Ma perplesso… e comunque convinto che per l’attacco serva almeno un’altro nome … aspetto i futuri acquisti per un parere più generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *