SALA D’ATTESA – Il sogno continua

Restiamo ancora un giorno sul tema Barcellona, prima di concentrarci sull’armata Catanese che fa tremare il mondo….

Mercoledì l’abbiamo sfangata. Uno 0-0 in casa non è un risultato fantasmagorico oggettivamente, però non aver fatto segnare il Barcellona (e in CL non accadeva da due anni e mezzo) è un buon risultato, ottimo se consideriamo che a difendere Abbiatone nostro c’erano Bonera, Antonini e infine pure Mesbah..i primi due autori di una partita fuori dai loro soliti livelli di semi-seghinaggine, il terzo invece che ha rischiato di combinarla in due occasioni ma gli è andata bene.
io ero tra i “non-ottimisti”, adesso ho qualche fiducia in più per il ritorno; ritorno che oggettivamente è l’unico che ancora può destare qualche interesse.
Qui a sinistra ci sono i risultati dei quarti di finale d’andata: tutte e 4 le squadre “sfavorite” hanno giocato in casa e nessuna è riuscita a fare un gol. Nella parte alta del tabellone troviamo già scritta la semifinale Real- Bayern: il fortino cipriota è resistito fino al 70°, ma poi ha subito 3 colpi, quasi impossibili da recuperare; simile la serata del Bayern che ha espugnato il Velodrome col solito Gomez e Robben. Nella parte bassa regna più equilibrio: il Chelsea viola il Da Luz con gol di Kalou mentre il Barça, come detto sopra, non riesce a infilarci nemmeno una volta. Se prima ci davo un 20% di possibilità di superare il turno, ora direi un 35-40%.

I MOTIVI PER CREDERCI:
– Bhè innanzitutto la partita d’andata del girone, dove abbiamo subito ma abbiamo portato a casa un 2-2 che al momento vale la qualificazione.
– La grinta vista in questa andata dei quarti, dove, pur rimaneggiati, gli abbiamo tenuto testa.
– La voglia dei senatori di chiudere una stagione difficile alla grande e l’esperienza, che  comunque, tra le nostre fila, non manca.
– Il fatto che il Barcellona un po’ ci soffre: in champions quest’anno ha collezionato 7 vittorie e due pareggi, entrambi contro di noi. Ha fatto 30 gol e ne ha subiti 6, di cui 4 da noi (dandocene 5) e 2 dal Leverkusen (a cui però, in quelle due partite, ne ha rifilati 10).
– Il non obbligo di vincere. Un pareggio minimo ci porta ai supplementari, se va bene dritti in semifinale. Eliminarli senza batterli sarebbe forse la cosa più giusta :)

I MOTIVI PER NON ILLUDERSI:
– Il doppio confronto solitamente premia la squadra più forte, e loro sono più forti. L’andata è stata semi-neutra, il ritorno ora vale più del 50%.
– Il Camp Nou. non è solamente uno stadio importante, con storia, fascino (insomma, un altro di quelli dove Mesbah si caga addosso per intenderci), ma è un campo diverso dagli altri: veloce, largo, lo bagneranno all’inverosimile. È un campo sul quale devi essere abituato a giocare, e noi non lo siamo.
– Il tifo mercoledì ha dato una risposta importante all’evento, purtroppo settimana prossima sarà la volta degli spagnoli ad essere in maggioranza.
Ogni partita perdiamo un pezzo, e quando ne recuperiamo uno, ne perdiamo due. L’elenco infortunati dell’anno è sempre lungo, l’emergenza è stata il leit-motiv della stagione, e in competizioni a partita secca, dove o sei pronto o sei fuori, è una fregatura.
Il cinismo. Noi abbiamo Ibra, loro Messi, e fin qui…noi poi abbiamo Robinho, loro Pedro/Sanchez, noi Boa loro Iniesta. e se capitano 6 occasioni, una a testa, finisce 3-2 per loro almeno…

…Ci crediamo allora?!?!!?

  • SI, ma serve un'altra impresa (42%, 10 Voti)
  • NO, stavolta le buschiamo (29%, 7 Voti)
  • NO, ma ci difenderemo con onore (21%, 5 Voti)
  • SI, siamo favoriti (8%, 2 Voti)

Totale Votanti: 24

.

Intanto, altrove…
[quell’immagine mi aveva fatto morire dal ridere ai tempi…]

– Essebì è tornato ufficialmente presidente del Milan. Mossa da campagna elettorale? mossa da rinnovato interesse e voglia d’investire (INVESTIRE, non spendere, stolti) nel Milan? mossa potenzialmente dannosa per gli equilibri della squadra, di Allegri e delle “bizzarre” idee calcistiche del presidente? Bha, ce lo dirà il tempo…

– Dopo il ritorno in campo di Gattuso con il Parma, si rivede anche l’altro infortunato d’eccellenza dell’annata, Antonio Cassano. Ora come ora, recuperare anche lui sarebbe manna dal cielo. DAJE ANTÓ!

– Domani c’è il Catania: stanno disputando una buona stagione, sono sopra l’Inter (ok che non è tanto difficile quest’anno), Montella sta dando una buona impronta di gioco alla squadra. Sulla carta impegno non troppo difficle, anche se la formazione nostra è comunque rimaneggiata (inoltre Muntari e Mesbah sono squalificati) e c’è sempre il timore di nuovi caduti sul campo. Tocchiamo ferro, palle e quant’altro. Quest’anno non siamo già stati colpiti abbastanza?

….La parola d’ordine è una sola, VIUUUULEEENZ RESISTERE, che la quaresima sta per finire!