Italia. Con mio personale stupore, mi sono scoperto a tifare Italia. Questo non avviene per ritrovato spirito patriottico, bensì per il divertimento che mi sta arrecando la presente edizione degli Europei. Belle partite, giocatori interessanti, squadre toste e risultati a sorpresa. In questa cornice sarebbe piacevole che a spuntarla fosse l’Italia. Ci aspetta l’Inghilterra. Il pronostico è veramente aperto e non mi stupirebbe affatto una nostra vittoria. Lo dico sinceramente: una semifinale con la Germania mi farebbe quasi godere. Forza Italia!

Si viene… [casella vuota].

Si va… Filippo Inzaghi (classe 1973). Superpippo è arrivato dove nessuno pensava potesse arrivare. A dispetto dei mezzi ridotti, calcisticamente ha compiuto imprese straordinarie. Filippo Inzaghi da Piacenza ha chiuso la sua carriera rossonera con la doppietta al Real Madrid. Il resto è stata un’agonia. Lascia il Milan un centravanti fantastico. Raramente ho visto in un atleta la stessa fame che ho visto in lui. Ha fatto la storia del Milan, entrando nell’olimpo dei più grandi e dei più decisivi. Gli auguro una felice carriera da allenatore, poichè penso potrebbe primeggiare anche lì.

Consigli per gli acquisti. Jevhen Olehovyč Konopljanka (classe 1989) è un centrocampista offensivo di grande prospettiva. I più accorti e attenti hanno potuto osservare le sue prestazioni nelle tre partite disputate agli Europei. Mi hanno colpito la grande tecnica di base, nonchè la velocità di pensiero ed esecuzione. Un calciatore interessante, che sicuramente non sfigurerebbe nel calcio europeo che conta.

L’argomento del giorno: Perchè tenere Ibrahimovic? Recentemente ho affermato che tra Thiago Silva e Ibrahimovic, avrei sicuramente sacrificato il secondo, poichè “costoso” e giunto all’apice della sua carriera. A ciò si aggiunga la sua naturale incapacità di essere amato e di farsi amare dai suoi compagni e/o colleghi. Zlatan Ibrahimovic rappresenta, però, oggi tutta la nostra forza. Zlatan Ibrahimovic è l’unica risposta alla domanda: a breve vinceremo ancora? I pro e i contro sono innumerevoli e noti a tutti. Rappresenta un’inutile esercizio continuare a chiedersi cosa fare di Zlatan Ibrahimovic. La verità è una sola: se vogliamo provare a vincere dobbiamo tenerlo con noi, fino a quando lui vorrà rimanere con noi. Scordiamoci alcun tipo di progetto a lungo termine. Quando hai Ibrahimovic in squadra, giochi per vincere.

Settimana prossima l’argomento verrà scelto da… Animamigrante!