Fantastico. Meraviglioso. Gli aggettivi si sprecano per Usain Bolt, dominatore e vincitore come Carl Lewis di due edizioni consecutive dei 100 metri olimpici. Spazzate via tutti i dubbi della vigilia è ancora lui l’uomo più veloce del mondo e lo ha dimostrato in una gara in cui tutti hanno dato il massimo e i tempi finali lo hanno dimostrato. E ora avanti coi 200 metri!

Per l’Italia invece una giornata che ci ha portato l’ennesimo oro della scherma, nel fioretto maschile a squadre. Marcovan sarà contento, e va sottolineato che veramente senza questa disciplina la nostra spedizione finora sarebbe stata molto insufficiente. Da registrare anche la delusione di uno stanco Federer, maltrattato da Murray, che non riesce a centrare l’oro sull’erba amica di Wimbledon.

Tutto invece tace come sempre dal fronte mercato Milan. E’ incredibile come anche quest’anno si debba aspettare l’ultima settimana di agosto per poter racimolare quei 2 innesti minimi che servono come il pane a questa squadra, nonostante i soldi incassati, gli imperatori di mercato e le numerose cene coi vari procuratori leader del momento. Nocerino, già in forma tralaltro, chiede ai tifosi di non lasciarli soli a San Siro: è sicuramente ingiusto far pagare ai ragazzi che vanno in campo l’inadeguatezza e l’immobilismo societario per rinforzare la squadra, ma il punto è sempre quello: quel strumento pacifico abbiamo noi tifosi per manifestare il nostro malcontento?