Finalmente la squadra ingrana ed azzecca per la prima volta in questa stagione il terzo risultato utile consecutivo grazie al bel 3-1 a Catania, al termine di una prestazione sicuramente  convincente nella ripresa ma certamente favorita anche da un nostro gol in fuorigioco e da un’espulsione (quella di Barrientos) ad inizio ripresa; non che Orsato abbia comunque brillato in altre circostanze, a volerla dire tutta…

La squadra, bisogna ammetterlo, parte davvero bene: già i etnei rischiano un po’ con un retropassaggio al 1′, poi al 2′ il Boa sbaglia un assist interessante. Dopo un anticipo di Amelia al 3′, si riprende a fare gioco: al 5′ un tiro di prima di Boateng mostra la reattività del portiere Andujar e sempre il ghanese due minuti dopo non riesce a servire Binho in maniera felicissima…

Ancora una volta il Faraone timbra il cartellino…

Il Milan sembra attento ed ordinato come contro la Juve, ma, si sa, le ingenuità difensive, soprattutto su palle inattive, non ce le facciamo mai mancare: ecco così, al 10′, il gol di testa dell’ex Legrottaglie – ma qualcuno se lo ricorda con la nostra maglia? – su corner, smarcatissimo. Il gol sembra pesare come un macigno sui nostri che non sembrano in grado di reagire, con gli siciliani ancora pericolosi al 15′. Dopo qualche minuto di interdizione, le azioni in area catanese da confuse si fanno un po’ più concrete, come quella al 34′, ma ancora non basta. Il possesso palla c’è, i tiri in porta ancora no, con troppi lanci lunghi sul portiere avversario e troppi casi di fuorigioco.

L’idea è che però qualcosa debba cambiare nella ripresa e la svolta c’è al 48′

Ritorno al gol anche per il ghanese…

con l’espulsione (secondo giallo) di Barrientos per un calcione sul Faraone. Da questo momento il Diavolo dilagherà: dopo soli 4 minuti il pareggio di El Shaarawy che calcia in rete sfruttando un tocco di Robinho su assist dalla destra di Boateng; l’egiziano è però in fuorigioco. Va però detto che, solo un minuto dopo, il nostro crestone subisce un attacco a tenaglia in prossimità dell’area del Catania beccandosi addirittura un giallo per simulazione. Ad ogni modo, i rossoneri raddoppiano al 55′ con un tiro di collo da fuori area di Boateng, un botta sulla quale Andujar non tenta neppure una parata. Il Catania non punge più e tante sono le occasioni per chiudere definitivamente i conti: al 62′ Nocerino viene contrastato in area proprio sul punto di calciare (il contrasto sembrerebbe da rigore), al 67′ Andujar devia in angolo un tiro di un liberissimo Faraone, al 79′ Nocerino fa da sponda per Robinho che spara alle stelle (per farvi un’idea immaginatevi il rigore calciato da Pato contro la Fiorentina, però in questo caso su azione e quindi in movimento) e all’88’ Emanuelson (subentrato a Montolivo a metà ripresa) colpisce un palo al termine di un’azione concitata.

Manca poco alla fine e c’è ancora da sudare freddo per via dell’espulsione di Boateng all’89’, rosso diretto a mio modo di vedere eccessivo (almeno il giallo però ci stava). In 10 contro 10 giunge però la rete del definitivo 3-1 sempre ad opera del nostro numero 92 (sempre più solo in testa alla classifica dei marcatori): al 91′ dalla sinistra, Constant allunga per El Shaarawy che prima si accentra e poi mette la palla sul secondo palo dopo una conclusione davvero da alto coefficiente di difficolta. Dopo altri 4 minuti di recupero Orsato fischia la fine delle ostilità ed il Milan si piazza ora al temporaneo settimo posto

CONSIDERAZIONI:

‎3 punti preziosissimi, bravi ma anche fortunati (il primo gol era in fuorigioco)… Favoriti anche da episodi favorevoli, ma nel secondo tempo ce lo siamo giocata…
Occorre dare continuità a questo bel momento; contento per il gol del Boa, ancora irritante per certi aspetti ma per me in miglioramento… Se alcuni giocatori recuperassero la condizione dello scorso anno ed evitassimo le solite cappellate in difesa allora saremmo veramente ostici per chiunque…
L‘espulsione di Boateng è stata eccessiva…

Ah, Robinho conferma la mia opinione secondo cui sarebbe ora di farla finita con i brasiliani… Per sempre… E il Berlusca può tranquillamente trasferirsi a titolo definitivo a Milanello, se questi sono i risultati…