A TUTTO CAMPO…. GHOST TO GHOST

E’ di questi giorni la definizione coniata da Raiola su Balotelli: è come la Gioconda. E’ chiaro a tutti che il riferimento è al costo. E come tutte le opere d’arte non ha, giustamente, prezzo.
Il buon Mario, però, ha finora dimostrato di essere solo potenzialmente un’opera d’arte.
Una volta che avrà messo veramente la testa in ordine, anche come capigliatura, e dimostrato continuità di rendimenti, sportivo e comportamentale, potrà essere paragonato ad un’opera d’arte.
E magari proprio al capolavoro di Leonardo Da Vinci.
Che intrecci strani, però.
Leonardo è l’autore del famoso dipinto e il suo contemporaneo  omonimo ha avuto una storia con i nostri colori. E un addio piuttosto agitato.
Il buon Ferrero, accostato al Milan come possibile acquirente, per la pubblicità dei suoi prodotti utilizzava un cartone animato con protagonista Jo Condor. Un rapace abbastanza sfigato e pasticcione.

I diversamente giovani del blog ricorderanno sicuramente lo spot.
Eccolo qui per l’angolo “nostalgia canaglia”.

Dopo aver visto il filmato, il buon Mario lo vedete come la Gioconda o come Jo Condor ?
Ci sarà ancora un gigante amico, pronto a mettere le cose a posto ?
In definitiva: se mai venisse comprato, a nostra insaputa, secondo voi riuscirà a trasformarsi per sempre da pennuto bastardo a opera di Leonardo ?

P.S. Mario Balotelli è diventato papà di una bimba. Auguri.
Alla bimba, soprattutto…