Primo gol stagionale per il giovanissimo Niang…

Continua il buon momento per i nostri: dopo il passaggio del girone di Champions League e la progressiva risalita in campionato, ecco giungere anche l’accesso ai quarti di Coppa Italia. Nel turno secco a san Siro, il Diavolo piega la Reggina con una tripletta tutta nella ripresa.

Dopo un primo tempo con un Robinho a dir poco irritante ed una squadra che – ad eccezione di una punizione per i calabresi al 23′ ma con gol in fuorigioco – non rischia granché ma neppure sa rendersi poi così pericolosa in termini di conclusioni verso lo specchio della porta, se non in un paio di occasioni, la svolta nella ripresa.

Il Milan rientra in campo molto più motivato rispetto ai primi 45′: al 47′ un bel cross di Abate ma nessuno ne approfitta, un minuto dopo un colpo di testa smorzato di Pazzini. Il Milan passa finalmente al 49′: dopo un angolo per i nostri con salvataggio sul primo palo, l’azione si sviluppa sulla fascia destra con Urby, il quale scodella al centro un traversone per lo stacco imperioso di Marione Yepes che supera il bravissimo portiere Facchin. Il Diavolo non vuole però considerarsi appagato e continua ad attaccare; tante sono le occasione per i rossoneri per raddoppiare, tra le quali figurano al 56′ una respinta di Facchin su Niang (subentrato ad uno scialbo Robinho al 53′) solo davanti al portiere e splendidamente servito dal Pazzo, un tiro proprio di Pazzini sul quale Facchin ancora una volta si supera salvando in corner al 68′ ed un tiro di Bojan deviato in angolo che colpisce l’esterno della rete dando l’illusione del gol. Il meritato raddoppio arriva con il nostro giovane attaccante di colore Niang, stavolta servito da Emanuelson al termine di una galoppata tutta di un fiato. Tempo neppure due minuti ed arriva il tris con Pazzini (leggermente in fuorigioco). La Reggina non perviene e c’è spazio nel finale sia per Acerbi sia per Muntari (quest’ultimo a rilevare Strasser, in campo fin dal primo minuto dopo un lungo infortunio). Ora la Juve nei quarti