Non so se era il mio televisore ma ieri notavo che il manto erboso cominciava a presentare delle zone lievemente spelacchiate che non lasciano presagire nulla di buono, alla faccia della tanto strombazzata cura prestata mediante innesti di erba artificiale: avanti di questo passo e il campo giocoforza dovrà essere tutto artificiale. Vabbè, staremo a vedere cosa accade.

Abbiamo conquistato come d’obbligo i tre punti (molto bene Bojan, come sempre quando entra a gara in corso)  ma la prestazione è stata abbastanza modesta: spero che mercoledi i ragazzi dimostrino ben altra grinta perchè alla Coppa Italia tengo anch’io e poi quando si gioca contro la Juve non importa cosa c’è in palio ma bisogna imporsi.

Leggo che Galliani ha dichiarato che Robinho rimane: personalmente ne sono contento, soprattutto per il fatto che, checchè se ne pensi, perderemmo ulteriormente qualità. Ma a Galliani non credo, e penso che alla fine il brasiliano partirà. Sono le solite manfrine per estorcere qualche migliaio di euro in più; ci sarà anche la saudade ma se non ci fosse l’intenzione di far cassa, il problema non si porrebbe neanche.

Blatter vattene!

Mi pare di notare in questa sessione di mercato la stessa mancanza di comunicazione mostrata questa estate. Ora noi tutti, presi dalla fregola dello scudetto di bilancio, esortiamo la società a vendere tizio o caio o tutti e due. Ma un Milan non dovrebbe agire così. Già non riesco a spiegarmi perchè in tutte le operazioni sia sempre il nostro AD ad andare nella sede della controparte, anche per le cessioni: una roba che mi fa diventare matto. Io leggo in questo una gran voglia di piazzare la merce, non trovate? I tempi poi; non capisco tutta questa fretta di vendere. E anche, solo quattro mesi fa era stato detto che grazie alle sanguinarie cessioni del Maestro e del Re i conti erano stati messi in salvo per due-tre anni, e oggi dicono che la cessione di Pato consente di coprire l’eventuale mancata qualificazione Champions. Per me son tutte balle perchè se smantelli la squadra mi piacerebbe capire che cavolo di tornei ti vorresti giocare in seguito. E meno male che son sbocciati El Shaarawy e De Sciglio (ieri però fuori ruolo e dormiente sul gol) e forse Niang è uno su cui contare. Abbiamo dei buchi dietro e in mezzo da colmare, ma li siamo a posto così. E sostituire Robinho con Matri mi sembra un gran bell’azzardo: vorrei ricordare ad Adrianone nostro che tra poco più di un mese c’è il Barça e c’è un leggero spread tecnico tra le due squadre… Almeno cerchiamo di salvare il salvabile.

Stelle&Bidoni: tre stelle a Bojan, due a Ambrosini e una a Constant. Due bidoni a Nocerino un bidone ad Acerbi e De Sciglio.

P.S. La classifica verrà pubblicata al più presto. Sorry! Una curiosità comunque da osservare: Nocerino in tutto il girone ha preso UNA stella……