Kimi RaikkonenRicominciamoQuesta settimana non è successo niente. Ah, no, c’è quel papa argentino che ha scelto il suon nome in onore del capitano della Roma. E poi ci sarebbe l’impresa dei prescritti, che hanno portato a termine la rimonta contro il Tottenham… aspettate, dalla regia mi dicono di no, che in realtà poi è sbucato Adebayor. Inizia il mondiale di Formula 1, inoltre: sto iniziando a scrivere pochi minuti prima delle qualifiche e a Melbourne piove e c’è vento, tanto già lo sappiamo che il mondiale lo vince un’altra volta la malefica Red Bull. Io tifo qualsiasi cane guidi la Ferrari, però ho un debole per Kimi Raikkonen, forse non il miglior pilota in assoluto del mondiale, ma sicuramente quello più dotato di talento (che non è l’unica cosa che conta, in un pilota automobilistico, poiché servono anche precisione, costanza di rendimento, una certa professionalità, buona forma fisica ecc.).

Per quel che riguarda il Milan, è stata una settimana tranquilla di allenamenti e sgambate, in vista dell’incontro di Palermo, che dovremmo incontrare praticamente quasi in formazione tipo, con De Sciglio a sinistra a sostituire lo squalificato Constant.

Gli avversari – Il Palermo non vince dal 24 novembre 2012 (3-1 in casa contro il Catania) ed in settimana ha visto l’ennesimo cambio di panchina: Giuseppe Sannino torna per sostituire Gasperini, che a sua volta aveva sostituito Malesani, che a sua volta aveva sostituito lo stesso Gasperini, che a sua volta aveva sostituito – indovinate! – proprio Sannino. Per ricostruire questo elenco ho dovuto usare la pagina stagionale del Palermo su Wikipedia, perché ormai è difficile tenere il conto delle pazzie calcistiche di Maurizio Zamparini. Spingiamoli verso la B (anche se farlo più di quanto facciano da sé i rosanero, è difficile).

Maurizio ZampariniLe altre – Se vogliamo guardare in alto, allora seguiamo Napoli-Atalanta: nessuna delle due squadre dovrebbe avere grossi problemi di formazione, anche se, per i bergamaschi, l’allenatore Colantuono seguirà l’incontro dalla tribuna. Se ci guardiamo indietro, invece, la Fiorentina accoglie il Genoa dei picchiatori infami che, però, dovrebbe avere qualche problema di infortuni (Frey e, forse, Borriello). Entrambe in trasferta le altre inseguitrici Lazio e Inter.

Da seguireCatania-Udinese. Questa è davvero una buona stagione per i siciliani, non certo una delle migliori per i friulani che comunque sono ancora discretamente competitivi. Mancherà probabilmente Totò Di Natale, ma il recupero di Benatia dovrebbe irrobustire il reparto arretrato della squadra di Guidolin. Prevedo la vittoria del Catania dopo una partita con un discreto numero di reti – sempre che Muriel sia in giornata sì, altrimenti si rischia il monologo rossoazzurro.

Da evitarePescara-Chievo. Sulla carta, la partita peggiore in calendario.

IL PROGRAMMA DELLA 29a GIORNATA

16 marzo 2013
– ore 18:00: Catania-Udinese
– ore 20:45: Bologna-Juventus

17 marzo 2013
– ore 12:30: Siena-Cagliari
– ore 15:00: Fiorentina-Genoa
– ore 15:00: Milan-Palermo
– ore 15:00: Napoli-Atalanta
– ore 15:00: Pescara-Chievo
– ore 20:45: Roma-Parma
– ore 20:45: Sampdoria-Inter
– ore 20:45: Torino-Lazio