Screwdrivers c'era...

Screwdrivers c’era…

Io sono un tipo umorale; non è vero quanto sostenuto da Darko sul mio conto a san Siro, ossia che io odio tutti sempre e comunque compreso me stesso. Anche se a distanza di 18 anni non ho ancora smesso di considerare le professoresse che avevo alle superiori delle emerite troie e i miei ex compagni di classe delle altrettanto emerite teste di cazzo, io cambio le mie opinioni a seconda di come mi sveglio al mattino. Sono umorale su tutto: politica, donne, lavoro, immigrazione, giustizia, istruzione. Naturalmente, anche per quanto riguarda il calcio, ci mancherebbe…

Pensando a uno come Abate, se sono di buon umore penso che possa andare bene come seconda scelta rispetto ad un De Sciglio; tuttavia, ieri è successa una cosa strana: ho pensato che lui sia un cancro per questo Milan come neppure Alitalia, Trenitalia, ATM, Poste Italiane ed Enel messe insieme siano per questo paese. Questo nonostante ieri fossi di buon umore… :shock:

Abate: un mistero, un uomo un perché: non riesce a capire che nel gioco del calcio si vince segnando più gol degli avversari, no. Lui gioca al tiro al bersaglio, ritenendo che per vincere si debba ammazzare a pallonate gli avversari. Allo stadio, poi, te ne rendi conto con più facilità…

Ma com’è stata questa partita tra i due gol (uno per tempo, il primo su rigore ed il secondo sfruttando un bel cross per il neoentrato Niang dalla sinistra) di Supermario e lo scarsume di Abate? In ordine sparso: tifosi del Palermo sopra di noi regolarmente sfottuti soprattutto dopo ogni gol subito dalla loro squadra; striscioni con proposte di matrimonio sull’esempio di Leonardo con la Billò; lo scarsume (non meno lampante rispetto a quello di Ignazio) del Boa; un Milan che gioca anche discretamente per 35′ salvo poi calare sulla distanza (forse anche per le fatiche di Barcellona) e lasciare gioco agli avversari per buona parte del secondo tempo; Abbiati che sa sempre complicarsi la vita anche sulle cose più semplici; Zapata che decide, di punto in bianco, che si possa giocare a pallavolo a ridosso della nostra area); una sostituzione non presa proprio benissimo da El Shaarawy; un De Sciglio per il quale ho sprecato gli elogi. Su tutto, però, l’ingresso dello spauracchio Traorè, l’uomo che ci avrebbe fatto vincere a Barcellona se soltanto quell’incapace di Allegri avesse creduto in lui (assurdo metterlo in campo ieri solo intorno all’80’, gente più competente come Pioli, Mandorlini, Mutti, Gasperini, Malesani, Mondonico, Stramaccioni, Ranieri, Giampaolo, Orrico, Hodgson, Castellini/Corso, oltre allo stesso Sannino, mai avrebbe optato per uno scempio simile). L’impatto sulla partita di Traorè è travolgente, nel senso che travolge gli avversari a mo’ di big splash in stile wrestling; lui però è il nostro portafortuna, quando entra non si perde e ieri, appunto, si è vinto. Non si è riusciti a guadagnare terreno sul Napoli né a scrollarci un po’ di dosso la Fiorentina, ma intanto abbiamo allungato sulla Lazio, in attesa di capire cosa farà l’Inter quando recupererà il suo match contro la Samp

La partita di ieri ci ha visto un po’ sofferenti, ma cosa si poteva pretendere quando la quasi totalità di Screwdrivers è presente sugli spalti? Ovvio che, per coerenza, se si è sempre pensato tutto il possibile in negativo su qualcuno questo qualcuno debba dare riscontro di tali giudizi in tempo reale…

Sul week-end freddo e piovoso in cui ci siamo conosciuti scriverà qualcosa qualcun altro; io mi limito a dire: grazie, grazie a tutti, anche a chi ha passivamente accettato di essere preso a calci nel culo dal sottoscritto:mrgreen:

P.s.: Ricordatevi di mettere qui le vostre stelle e bidoni

S&B