SALA D’ATTESA – Mentre qualcuno festeggia, in Europa si giocano le coppe europee

CHAMPIONS – Martedì la Juve ha preso due pere a Monaco, mentre il barça ha pareggiato 2-2 al Parco dei principi, perdendo però Messi per il ritorno..forse. Magari fa un miracolo alla Maicon pre derby.
Ieri ha giocato l’altra grande di Spagna che ha rifilato tre pipponi a li turchi, rendendo il ritorno molto più agevole. Il Borussia invece non è riuscito a sfondare a Malaga, mangiandosi un paio di gol facili facili.
Dopo 90′, le semifinali sembrano un affare a due, con le prime (e seconde) della classe di spagna-germania che sono avvantaggiate per il passaggio del turno.

.

EUROPA LEAGUE – Si sono giocate ieri le andate dei quarti di Europa League. La Lazio, purtroppo, torna a casa dalla Turchia con due gol incassati nella ripresa, dopo aver giocato 40′ in dieci. Peccato, speriamo nel ritorno perchè vada avanti nella competizione. Il Chelsea ne fa 3 a Stamford Bridge al Rubin, come il Benfica al Newcastle. Dopo una vittoria e una sconfitta mancava solo un pareggio per le inglesi. Ci pensa il tottenham che impatta 2-2 contro il Basilea. Molto più equilibrate le cose qui, anche se 3 squadre su 4 affronteranno il ritorno con due gol di vantaggio.

.

I CINQUANTESIMI

Settimana scorsa nel mio post ho reso omaggio ai vent’anni di Totti con la maglia romanista. Stavolta tocca a Giggi “rombo di tuono” Riva, che festeggia cinquant’anni dal suo sbarco in Sardegna, dove poi è diventato forte, famoso, ma anche talmente attaccato quella terra “dove non voleva andare” al punto di non lasciarla più. Auguri Gigione!
Chi invece pare abbia festeggiato i suoi cinquant’anni, senza sentirli, è Taribone West. Arrivato all’inter nel ’97 all’età di 23 anni (secondo i suoi documenti e wikipedia a mezzanotte), fa due stagioni in nerazzurro, con 65 presenze e due gol,  per poi passare un anno a milanello, con 4 presenze e una rete in amglia rossonera. Poi, a 28 anni va in Turchia. Era il 2002. Cosa c’entra coi cinquant’anni allora? Bhè, pare che in realtà sia nato nel 1962, altro che 1974! quindi è arrivato all’inter a 35 anni e in turchia a 40, ma giocava bene. Auguri Taribo, tu si che sembri un ragazzino!!

LE SPONDE DEL NAVIGLIO

Giornata opposta per le squadre milanesi oggi. L’inter, dopo la vittoria dell’altro ieri, nel recupero genovese contro la Samp, perde il suo uomo simbolo della stagione, Rodrigo Palacio, autore, tra l’altro, dei due gol di mercoledì. Problemi muscolari per lui, con l’Inter che spera di averlo tra 15 giorni contro la Roma, per puntare alla finale di coppa italia e l’accesso sicuro all’Europa.
Il Milan ha giocato un’altra amichevole contro una squadretta d’Eccellenza, chiamata a fare da Sparring Partner ai rossoneri, prenderne una caterva a mezzogiorno per prepararsi all’incontro di domenica contro la Fiorentina. 14-0 il risultato finale, con il primo tempo chiuso 3-0 con un golazo di Antonini, per poi concludere la partita con altri 11 gol, 8 dei quali firmati dal duo Pazzo-Elsha, con un poker a testa. Oltre a loro, han segnato flamini, binho, boateng, balotelli e pure zaccardo, che allora è vero gioca nel milan!
Ormai è già la quarta-quinta amichevole che si gioca in settimana. Il cambio di preparatore ha portato anche questa cosa dopo anni di nulla. Utile o un diversivo? Aumenta l’affiatamento, permette prove di moduli e giocatori nuovi. Io approvo, ora servirebbe anche farle d’estate, per non regalare ogni volta il primo mese di campionato.

AGGIORNAMENTO: si dice che i giocatori, quando simulano, sembra che gli sparino. In Brasile ora è un rischio dire questo, visto quanto accaduto ieri. Ma il nostro “è quasi magia jonathan”, fa tutto da solo. IDOLO.SEGHINO.