Viva la contabilità!

Viva la contabilità!

Molti di voi conosceranno Football Manager, quel gioco manageriale in cui smetti di essere uno scemo qualsiasi e diventi Ferguson, cioé alleni una squadra e ne gestisci le finanze e la campagna trasferimenti. C’è da dire che, a differenza di Ferguson, puoi essere licenziato, inoltre si può anche avere una seconda identità, cioè quella del truffatore che gestisce un secondo manager, tipicamente chiamato Nome Cognome, utilizzato per comprare a cifre astronomiche i bidoni della squadra del primo manager, che così diventerà talmente ricco da poter portare Rooney alla Sampdoria, Ibrahimovic all’Osasuna o Messi al Watford.

Ora noi facciamo lo stesso usando Transfermarkt. Caveat: sì, lo so, nei bilanci veri gli acquisti vengono ammortizzati per il numero di anni del contratto e bla bla bla. Non me ne frega niente. Faccio come facevo sulle pagine del mio libro di chimica del liceo col mio compagno di banco: colonnina degli acquisti, colonnina delle cessioni, segno più e segno meno. As simple as that. D’altra parte, mi fingo intellettuale, mica contabile.

Prima di capire chi sarà l’allenatore e qual è il suo modulo preferito, mi sbarazzo del fumo negli occhi, di quei cagnacci rognosi che non vorrei vedere più in campo nemmeno per i nostri peggiori nemici o che hanno fatto il loro tempo.

Abbiati e Bonera hanno già rinnovato, perciò amen, me ne faccio una ragione ci piangerò la notte prima di andare a dormire. Farei ciao ciao con la manina a:

Amelia (2,5 mln)
Abate (12 mln)
Antonini (3,8 mln)
Yepes (svincolato)
Vilà (4,3 mln – secondo me quelli di Transfermarkt sono ubriachi)
Boateng (18 mln – alcolisti anonimi)
Muntari (5 mln)
Nocerino (9 mln)
Traoré a malincuore perché gli voglio bene (2 mln)
Bojan (non riscattato)
Robinho (10 mln)
TOTALE: 64,6 mln

A questo punto vorrei capire come la squadra dovrebbe giocare. Se per ipotesi ci fosse Allegri, il 4-3-3 andrebbe benone. Con Clarenzio qualcosa come il 4-2-schifo-fantasia di Giuda. Io però sono un fan del 4-4-2, perciò facciamo il 4-4-2.

Rinnovo a Flamini e Ambrosini. Ambro capitano in panchina, lo mettiamo quando serve esperienza, non deve giocare molto. Zapata riscattato a 6 mln.

Ci serve un portiere. La Roma, non capisco perché, vuole cedere Stekelenburg (5,5 mln). Preso.

Ci servono dei terzini. Il titolare su una fascia qualsiasi sarà De Sciglio. Ce ne serve uno titolare e uno di riserva. Proverei con Pereyra (5,5 mln) dell’Udinese (anche se è parecchio offensivo e forse lo metterei come ala) e Radu (7 mln) che non è un fenomeno ma è solido e non fa cazzate.

Ci serve un centrale forte. Non saprei. Sandro (16 mln) del Tottenham? Può giocare anche a centrocampo, però ammazza quanto cosa. Allora facciamo così: mi hanno appena segnalato Samuel svincolato. Un po’ rotto e sforiamo con gli ingaggi. Macchissene, lo prendiamo solo per fare uno sfregio a quelli là.

In mezzo De Jong-Montolivo titolari, a sinistra non ci serve nessuno perché ci schiaffo il Faraone, come riserva Emanuelson che faccio rientrare perché è un mio pupillo dai tempi del mondiale del ’74. A destra si potrebbe schierare questo Saponara che abbiamo preso e di cui tutti, anche le nonne che per definizione sono sagge, dicono un gran bene. Penso però che debba essere svezzato. Spostiamo Pereyra avanti o Niang dietro. Cerci no perché lo odio ed è una testa calda. Insomma, nel ruolo facciamo girare un po’ di gente finché il ragazzo non è pronto. Noi ci crediamo in lui.

Ci serve qualcun altro a centrocampo. Io ho due idoli da sempre: Schweinsteiger (35 mln) e De Rossi (30 mln). Costosissimi, li mortacci loro. E se provassimo a riportare a casa Verratti? Transfermarkt lo dà a 12 mln, ma qui faccio un’eccezione e lo metto a 16, un po’ di più, secondo me è la cifra che vogliono gli sceicchi. Cristante promosso in prima squadra per la linea giovani. Facciamo finta che Poli l’abbiamo già preso per 6 mln come dicono i giornali.

In attacco Balotelli e – ahimé – Pazzini titolare. Niang riserva. Ci manca qualcuno. Mi hanno suggerito Ljaijc (7,5), ma non mi piace. Qui ho un dubbio. Abbiamo solo 18 milioni a disposizione. Proverei qualcosa tipo un prestito oneroso o una comproprietà.  Anzi, no, dai con la linea giovane: Destro (13 mln). C’avanza pure qualche spicciolo. Chissà se ci rientro con gli ingaggi. Quelli che abbiamo ceduto prendono 17,2 mln l’anno (fonte: La Gazzetta dello Sport). Ognuno di quelli nuovi prenderà in media meno di 3 mln netti l’anno. Radu lo facciamo passare da 1,3 mln a 2. Pereyra da 0,2 mln a 1,5, Poli da 0,6 a 1, Destro da 1,5 a 2,5, Stek da 1,6 a 3, Samuel lo premiamo per l’infamata facendolo passare da 2 a 3. Rimangono 4,4 per Verratti, ma noi ovviamente gli diamo un po’ di meno (è bimbo, non rompa!). Basterà no? Scudetto del bilancio per me!

Immagine che non c'entra nulla

Immagine che non c’entra nulla

Giocheremmo così:

Stekelenburg

De Sciglio-Zapata-Samuel-Radu

Pereyra-De Jong-Montolivo-El Shaarawy

Balotelli-Pazzini

Panchinari: Abbiati, Mexès, Constant, Zaccardo, Saponara, Verratti, Poli, Flamini Emanuelson, Destro, Niang.

Beh, non male, direi, credo. Voi dite la vostra, nel frattempo io preparo la mia entrata trionfale a San Siro in elicottero. Non ho neanche tempo di rifare bene i conti. Male che vada, scappo ad Antigua e cambio identità. Diventerò Nome Cognome.

Post scriptum: nel libro di chimica di cui sopra c’era anche una finestrella disegnata sulla copertina posteriore, con tanto di vaso di gerani. Dopo un lavoro certosino col taglierino si poteva aprire e dietro appariva una foto tratta da un giornale di Sinisa Mihajlovic, a cui avevo disegnato una sigaretta e una cicatrice in fronte. A chimica avevo 7, comunque.