E’ un mondiale divertente quello che si sta disputando in Brasile, con un gioco espresso dalle squadre decisamente superiore alle aspettative della vigilia. Nessuna partita finita in pareggio e un’ottima media di reti realizzate; partite godibili e un discreto numero di seghini per poter riderci sopra: mi sto divertendo.

Positiva oltre le previsioni anche l’esordio azzurro con gli inglesi, nonostante una fase difensiva da paura; notevole la prestazione di Darmian sulla fascia, a mio avviso il migliore in campo assieme a Mario che ha giocato molto molto concentrato e responsabile come ahinoi dovrebbe fare tutte le domeniche, alla faccia del luminare amico di Berlusconi, nonchè come dicono in questi casi grande tifoso rossonero. E sticazzi!

La prova del terzino mi ha veramente impressionato, buon per la Nazionale visto che Abate il campo rischia di vederlo da dove dovrebbe sistemarsi ogni domenica, cioè dalla panchina.

darmian milanMatteo Darmian è un nostro scarto, regalato da una dirigenza che sa comprare buoni giocatori solo se ha a disposizione un budget illimitato, ed è manifestamente incapace quando si tratta di vendere. Nonostante le buone referenze di quello che oggi è il responsabile tecnico del settore giovanile, Galli, Adrianone nostro preferì la formula dei pochi, maledetti e subito, mandandolo prima in prestito con la formula della comproprietà e successivamente, dopo rinnovi, cedendolo definitivamente. Adesso ci mancherebbe solo di ripetere l’esperienza Matri e di sborsare un botto di soldi per riaverlo, in omaggio al comandamento biascicato dal presidente l’altro giorno riguardo al Milan giovane, italiano e lombardo.

Chissà se Matteo faceva parte dei 100 giovani monitorati qualche anno fa dalla nostra lungimirante dirigenza… a proposito presidente, stiamo aspettando ancora i risultati di tale enorme e capillare lavoro.