Torna come d’abitudine per gli amici di Screwdrivers il giochino che ci accompagnerà per tutta la stagione rossonera. Qualcuno ha già cominciato subito ieri sera, il meccanismo è sempre lo stesso: bisogna scegliere massimo tre giocatori per ogni ambito, e per ognuno si possono dare da uno a tre punti, stelle per i migliori e bidoni per i peggiori. E’ possibile anche valutare la gestione della partita da parte del Mister: per lui pollice in su o in giù. Non pretendiamo di certificare per ogni giocatore la bontà della stagione in essere, ma comunque fornire un elemento di discussione in più sul rendimento fornito da essi in campo, fotografando a caldo cosa ha funzionato e cosa no.

Su Milan-Lazio devo ammettere di essere stato discretamente soddisfatto, forse perchè le premesse erano cupissime: del mercato abbiamo discusso ampiamente, e continuo a pensare che questo gruppo non valga i primi 5 posti. Dopo questa prima gara leggo in giro un’eccessiva euforia in relazione al gioco prodotto dai ragazzi. Io ho visto solo delle grandi ripartenze, peraltro efficaci va detto, un’ottima concentrazione e il giusto agonismo. Aggiungo che i laziali non mi hanno fatto sta gran impressione, mi è sembrato un undici ancora alla ricerca della propria identità, e oltretutto indietro di condizione. Ma va bene così, ci mancherebbe che non abbia gradito un inizio di campionato vincente dopo tanti anni.

menez elshaLe mie segnalazioni vanno a Nigellone de Jong, Stella in carica, che anche ieri ha fornito una prova gagliarda e si è meritato 3 stelle; due stelle a El Shaarawy che l’anno scorso ci è mancato tantissimo. Una stella anche ad Alex ma meritano una citazione anche Menez, che si è applicato tantissimo, e Diego Lopez.

Va menzionato anche un Zapata reattivo: ho il sospetto che la coppia dei centrali in pectore, Rami e Alex, sia troppo lenta e se il colombiano non casca nel suo tipico narcolettismo potrebbe rivelarsi utile.

Bidoni ad Abate, solo uno, ma è il solito ignorante calcistico. Uno anche a Bonera che Candreva ha portato al bar tutte le volte che ha voluto. Salvo dall’infamia Honda ma gol a parte secondo me ha fatto null’altro.

Pollice su ad Inzaghi, esordio positivo: ha preparato bene la partita e gestito discretamente la squadra.