Honda. Non mi spellerò le mani, applaudendo alla bravura di Keisuke. Honda non è un fuoriclasse, non è neppure un campione, è semplicemente un professionista, nonchè un buon giocatore. In questo Milan, quindi, è manna. Non è più il tempo dei Boban, dei Savicevic e dei Leonardo. I nostri giocatori tecnici assomigliano a Honda e a Montolivo. Piedi educati, discreta visione di gioco e tiro da fuori. Nulla di più. Mi fanno sorridere (ma li amo per la fantasia!) i tifosi che affibiano nomi ironico/offensivi a questi calciatori. Honda è sicuramente un nippotumore, Montolivo è Dormolivo, ma sono comunque il meglio che passa nel nostro convento. Tutti possono essere “odiati” e bistrattati, siamo tifosi, ci mancherebbe non potessimo esprimere la nostra opinione. Appare, però, opportuno riparametrare il nostro gusto. Se non riusciamo ad accettare il poco di tecnicamente decente di cui disponiamo, allora non lamentiamoci più quando vedremo un lancio di Essien in Curva Nord, un cambio di gioco di Muntari in piazzale Axum o un’impostazione da asilo nido di Poli.

Juventus – Roma. Ho visto la partita sino al 60esimo. Dopo ho spento la televisione: avevo i conati. Il problema non è la correttezza o meno del fischio, alcuni di questi, pur se al “limite”, erano corretti. La disgrazia del calcio italiano è l’inesistenza del dubbio. Nel corso di una stagione, la Juventus potrà, qua e là, subire qualche torto. Perderà 2 punti a Verona e 1 punto in casa col Palermo, ma MAI, e ribadisco MAI, sarà oggetto di fischio contrario o “non fischio” in uno scontro diretto. E’ vero che nel lungo periodo le situazioni favorevoli sono oggetto di compensazione con quelle sfavorevoli, ma a variare è il peso specifico della decisione. Un gol non visto contro il Milan, pesa infinitamente meno di un rigore non fischiato sul campo dell’Empoli. Contro Milan, Inter, Roma, Napoli o qualunque reale contendente diretta, il dubbio non c’è. Si fischia sempre per la Juventus. Per vincere in Serie A devi avere una squadra superiore di circa 10 punti. Nei c.d. testa a testa ciò che non è bianconero uscirà sempre sconfitto.

Nazionale. Ah, gioca la Nazionale. Sticazzi.