E’ doveroso celebrare Il nostro Carletto Ancelotti che in veste di allenatore di club torna sul tetto del mondo, stavolta alla guida delle merengues.
31° trofeo personale per lui, è una roba impressionanate andare a rileggersi tutti i suoi trionfi che sono:
Da calciatore; 2 Intercontinentali, 2 Champions, 2 Supercup, 3 Scudetti, 4 Coppitalia, 1 Supercoppa.
Da allenatore: 2 Mondiali, 3 Champions, 3 Supercup, 1 Intertoto, 3 Campionati, 3 Coppe Nazionali, 2 Supercoppe.
E’ già da adesso nel ristretto novero degli allenatori vincenti dopo una carriera altrettanto di successo come giocatore. Ha solo una lacuna da colmare, il titolo mondiale in Nazionale: sfuggitogli da atleta, sarebbe la ciliegina per la sua carriera da tecnico.
E’ stato un onore avere averlo avuto con noi per molti anni, suerte Terminator!

Sul match di sabato sera a Roma c’è poco altro da aggiungere a quanto già analizzato: è stata data finalmente continuità di prestazione a quanto mostrato contro il Napoli agguantando un punto su un campo scomodo con una prova da squadra vera, seppur con qualche interprete non sempre all’altezza.

E’ bastato recuperare al centrocampo Montolivo per dare quel minimo di qualità necessaria a far crescere il livello del gioco (quantomeno in fase di circolazione di palla), e dare contemporaneamente sicurezza anche al reparto arretrato che beneficia sicuramente di un vero portiere, questo è innegabile, ma anche di un gagliardo Mexes che però non sappiamo quanto potrà tenere sempre alta la concentrazione (secondo me non ancora molto).

Forse i migliori in campo sono stati altri, però le mie segnalazioni sulla partita vanno tutte per i centrocampisti, che voglio premiare con le stelle per la gagliardia dimostrata: due stelle a Montolivo, Bonaventura e Poli. Avrei voluto non assegnare alcun bidone, ma l’impalpabilità di Honda, la malaccortezza di Armero e la svogliatezza di ElSha mi impongono di assegnargliene uno a testa.

Pollice su a Inzaghi; bisogna ancora fare tantissimo, però adesso si riesce a guardare per intero una partita del Milan e con pochi dolori di stomaco. E’ già molto.

Aggiornamento Stelle&Bidoni al 16/12/14

S&B dic14