Uno scempio, uno schifo ed anche un suicidio, ecco come può essere riassunta la partita di oggi. Un primo tempo all’insegna del nulla assoluto, con zero tiri in porta e con gli avversari messi meglio di noi in campo e più incisivi e pericolosi. Tuttavia, proprio mentre lo 0-0 sarebbe grasso che cola, ecco il gol del vantaggio rossonero: Menez avanza e, a ridosso dell’area avversaria, sposta l’azione sulla sinistra; Bonaventura crossa al centro e Mattia Destro (al suo primo gol con il Milan) insacca in scivolata. Dopo un primo tempo caratterizzato da sonnolenza acuta, il Diavolo sembra svegliarsi un po’ nei minuti finali dei primi 45′ di gioco…

Il Milan però, lo sappiamo, ama suicidarsi, cosa che riesce a fare perfettamente al 68′ quando Maccarone supera Diego Lopez con colpo di testa (giocatore completamente smarcato). L’Empoli, anche quando sotto di un gol, non si scompone mai e, complici anche l’uscita anticipata di Alex nel primo tempo (i parla di una frattura al naso), l’espulsione di Diego Lopez per tocco del pallone di mano fuori area e un problema alla spalla per Bonaventura in pieno recupero, non rischia praticamente nulla…

Cerci (entrato, non si capisce perché, solo al 78′) non incide sulla partita; finisce con un 1-1 e con i sonori fischi da parte del poco pubblico presente allo stadio…

Sarebbe ora che qualcuno pagasse per questo orrore…