Alberto PaloschiSi è perso un bambino di nome Winston – Mentre ci si trastulla col ranking, col mini-recupero nei confronti della Germania e con le italiane che vanno avanti in coppa, il resto della Serie A è andato avanti, il Parma a farsi pignorare tutto il pignorabile, i difensori del Milan a rompersi, Inzaghi a rilasciare interviste sciape, ecc.

Nuova linea arretrata anche questa settimana: Bonera, uno tra Mexès e Alex, il bel Paletta e Antonelli, per non farci mancare il solito gusto del brivido là dietro. Torna Diego Lopez dalla squalifica (notizia positiva), Poli dovrebbe essere confermato a centrocampo (bleah), Cerci pare che debba finire ancora in panchina – e non è nemmeno una panchina nel calcio che conta, pensa che sfiga.

Comunque è vero che il ranking un po’ è da tenere in considerazione, perché riconquistando una posizione come paese, il Milan – questo Milan – potrebbe andare a fare brutte figure anche fuori dai confini con un settimo posto piuttosto che con un sesto – che bella prospettiva, eh?

Gli avversari – Abbiamo di fronte l’eterno erede di Inzaghi, il piccolo venticinquenne Alberto Paloschi che ci mostra che le giovanili del Milan da anni non riescono più a sfornare null’altro se non un attaccante da Chievo Verona – poi magari da qui a fine stagione fa diciotto gol, non si sa mai, e a me andrebbe pure bene perché ce l’ho al fantacalcio, ma non ci scommetterei. I clivensi hanno un undici titolare piuttoto consolidato, con quello Zukanovic a sinistra che, esclusa l’ultima brutta prestazione, si sta rendendo protagonista di un buon campionato.

Le altre – Lunedì sera c’è il big match Roma-Juventus, ma credo che il campionato abbia già preso la strada per Torino, c’è la solita partita del Parma che salta (nella fattispecie, Genoa-Parma), e ci sono anche due incontri interessanti per noi, perché tra rivali per posti in Europa: sono Inter-Fiorentina e Torino-Napoli – tutte squadre reduci dal giovedì di coppa, tra l’altro.

Da seguire – Oggi consiglio da hipster: daje con Palermo-Empoli. Terrei d’occhio il mio superpupillo Mirko Valdifiori, regista dei toscani che non delude mai a livello di prestazioni e di creazione di gioco.

Da evitare – Non posso consigliare il Chievo, mi butto sul Cagliari-Verona dato in pasto al grande pubblico asiatico, giusto per far schifare ancora di più la Serie A – tra l’altro, una delle due squadre scende, secondo me.

IL PROGRAMMA DELLA 25a GIORNATA

Sabato 28 febbraio
– ore 20:45: Chievo-Milan

Domenica 1° marzo
– ore 12:30: Cagliari-Verona
– ore 15:00: Atalanta-Sampdoria
– ore 15:00: Cesena-Udinese
– ore 15:00: Genoa-Parma rinviata
– ore 15:00: Palermo-Empoli
– ore 15:00: Sassuolo-Lazio
– ore 18:00: Inter-Fiorentina
– ore 20:45: Torino-Napoli

Lunedì 2 marzo
– ore 20:45: Roma-Juventus