Turno di campionato prepasquale anticipato al sabato; al Barbera il Milan affronta un Palermo in crisi di risultati, mentre i rossoneri cercano di trovare un minimo di continuità dopo la vittoria sul Cagliari. Pippo Inzaghi decide di affidarsi al tandem d’attacco Cerci/Destro, con Suso e Pazzini in panchina…

La prima occasione per il Diavolo è al 5′, quando Destro non riesce a girarsi per calciare in porta; le squadre sono lunghe e ci sono diversi capovolgimenti di fronte, come ad esempio un tiro a giro di Dybala fuori non di molto al 12′ e un pallone perso da Cerci su ripartenza al 15′. La palla gol più succulenta è senz’ombra di dubbio quella che capita sui piedi di Vazquez al 22′, un vero e proprio calcio di rigore in movimento con palla incredibilmente fuori di un soffio (provvidenziale l’uscita di Diego Lopez)…

Il match si sblocca al 36′: da un cross dalla destra il pallone viene conteso da Cerci e Sorrentino, i quali si scontrano; la palla rimbalza sul ginocchio del rossonero e finisce in rete per il gol del momentaneo 1-0. I rosanero pareggerebbero al 40′ ma il gol viene annullato per fuorigioco. Il primo tempo si conclude dopo un paio i azioni con protagonista Cerci…

Il Milan parte bene nei minuti iniziale della ripresa (angolo al 46′, colpo di testa di Paletta al 48′ e gol non convalidato per fuorigioco millimetrico di Destro) ma il Palermo riemerge e, purtroppo, pareggia al 71′ su rigore (fallo in ara di Paletta). Il Milan non ci sta e prova a reagire con una punizione al 72′, ma ancora non basta. Inzaghi vuole a tutti i costi i tre punti e per ottenerli punta al doppio cambio al 76′ per gli ingressi di Suso e Pazzini al posto di Cerci e Destro, cosa che effettivamente sortisce degli effetti rendendo il Milan più minaccioso in avanti…

Il Pazzo finisce per ben due volte in fuorigioco tra il 78′ e l’80’, prima del gol del definitivo 2-1 con una grande progressione di Menez che supera a tu per tu Sorrentino; tempo di resistere per oltre 4′ di recupero e si ritorna alla vittoria in trasferta che, lo ricordiamo, mancava dallo scorso ottobre quando si vinse a Verona contro l’Hellas per 3-1…

Nel mentre, qualcuno NON riesce ad andare oltre l’1-1 contro l’ultima in classifica…