Bruttissima battuta d’arresto del Milan oggi contro il Sassuolo, da qualche anno nostra bestia nera (una specie di Ascoli o Piacenza dei tempi d’oro). Ora i rossoneri non solo si allontanano dalla zona Champions, ma devono stare attenti proprio ai verdenero che, con la vittoria contro di noi per 2-0, sono a soli tre punti  dal Milan…

Il Milan non parte neppure male: per almeno 25′ i rossoneri sembrano padroni del campo e l’estremo difensore Consigli è più volte messo a dura prova. Al 6′ Consigli respinge senza trattenere una prima conclusione di Jack, Honda si fionda sulla palla ma calcia contro il portiere avversario; il giapponese, dopo un solo minuto, si ritroverà ancora una volta contro Consigli, ma anche stavolta l’estremo difensore salverà il risultato. Ancora, destro di Bacca in corner all’8′, punizione per i nostri al 15′ con colpo di testa di Antonelli (consigli salva in corner), tiro al 17′ di Bacca respinto e conclusione di Kucka al 23′ (seguiranno due corner consecutivi per noi)…

Al 25′ la doccia fredda: su corner per i padroni di casa, tacco per Duncan che calcia una sassata imprendibile per Donnarumma. Di fatto, alla prima vera occasione per il Sassuolo si passa in svantaggio. Per il Milan è notte fonda: da questo momento fino alla fine dell’incontro la squadra si squaglia. Donnarumma ci evita il secondo gol nei minuti finali del primo tempo prima al 41′ su Berardi, poi al 44′ su Sansone…

Il Milan non perviene neppure nella ripresa. La squadra non morde né reagisce e troppi sono i disimpegni sbagliati dei nostri. Gli ingressi di Menez, Romagnoli e Boateng non incidono. Al 71′ il gol del definitivo 0-2: cross dalla sinistra per Sansone, liberissimo di calciare in rete. Mihajilovic è una furia e viene espulso. Neppure la superiorità numerica dopo l’espulsione di De Frel riesce a riequilibrare le sorti del match. Si conclude così una prestazione da dimenticare…