Si riparte; dopo un’estate all’insegna di una cessione forse non ancora del tutto perfezionatasi e dopo un non mercato, il Milan targato Vincenzo “aeroplanino” Montella cerca di fare meglio della squadra della scorsa stagione. L’esordio oggi a san Siro alle 18:00 contro il Torino degli ex Mihajilovic e Maxi Lopez…

Anche se a fatica, buona la prima per l'Aeroplanino...

Anche se a fatica, buona la prima per l’Aeroplanino…

La squadra rossonera non presenta particolari innesti, anzi diciamo che si tratta praticamente di giocatori tutti già presenti lo scorso anno: in attacco il tandem rappresentato da Bacca e Niang. Sarà proprio il colombiano il protagonista assoluto della partita, dal momento che il nostro attaccante realizzerà una tripletta: il primo gol matura al 37′ su incornata, sfruttando al meglio un cross dalla destra di Abate; la seconda marcatura al 40′ con un rasoterra in area (cross sempre dalla destra di Niang); il terzo gol al 62′ su rigore…

Il risultato è in realtà bugiardo: sono i rossoneri ad essere più incisivi e a creare il maggior numero di palle gol. Il Milan non rischia praticamente nulla nel primo tempo, sa ripartire molto bene in alcune circostanze e ci sono buoni fraseggi; la coppia Niang/Bacca, in particolare, si dimostra molto affiatata. I problemi iniziano nella ripresa: le amnesie difensive al 47′ e al ’90’ ci costano caro, con i gol di Belotti e Baselli. Nei minuti finali la squadra sembra stanca e fatica molto; il fallo in difesa di Paletta (espulso per doppia ammonizione) procura al 93′ un rigore al Toro che però viene parato da Donnarumma. Malgrado qualche disattenzione di troppo, un pareggio in pieno recupero sarebbe stata una punizione eccessiva, tenuto conto che i granata hanno tirato in porta fondamentalmente tre volte in tutta la partita…

Per me oggi si è vinto uno scontro salvezza, spero di poter essere smentito alla lunga…