Gianluca LapadulaTanto per cambiare? – Il Milan questa sera si trova in trasferta a Genova per giocare contro la Sampdoria nell’anticipo del venerdì di questa giornata di campionato. Secondo quello che riportano stamattina sia Gazzetta.it, sia il Corriere della Sera, sia SportMediaset, in attacco dovrebbe esserci spazio per Lapadula dal primo minuto come prima punta. A farne le spese sarebbe Carlos Bacca. A Montella, ovviamente, non viene in mente di provare a cambiare modulo e a provare una coppia d’attacco formata dal colombiano e dall’ex giocatore del Pescara, oppure da uno dei due e da Niang. Il mister, inoltre, è noto per cambiare l’undici titolare anche nei suoi elementi all’apparenza quasi indispensabili, come ha testimonia a lungo, ad esempio, la sua esperienza da allenatore della Fiorentina. Detto ciò, i cattivi risultati di questo inizio di campionato giustificano qualche esperimento, nel tentativo di trarre il massimo dalla rosa. Mi chiedo come mai ci sia finora un unico intoccabile, che si chiama Riccardo Montolivo. Non vedo l’ora di vederlo confinato a lungo in panchina, sarò onesto, peccato che le alternative, salvo exploit, siano, apparentemente. almeno altrettanto indecenti.

Gli avversari – Montella incontra la sua ex squadra più recente, nonché quella in cui si è affermato come grande attaccante, ed è una formazione che è andata incontro a un sostanziale restyling durante l’ultima sessione di mercato: ceduti Fernando, Soriano e Correa, ad esempio, i blucerchiati si sono ritrovati con un centrocampo da ricostruire. Di ritorno da un prestito in Serie B, l’uruguaiano Torreira pare essersi conquistato il posto da titolare in mezzo, con, ai fianchi, Barreto e il neo-arrivato 21enne Linetty (in panchina a scaldarsi ci sono altri due nuovi arrivati, Cigarini dall’Atalanta e Fernandes dall’Udinese). Il posto da trequartista è stato finora solitamente occupato dall’ex interista Alvarez, ma, a causa della cattiva prestazione dell’ultima giornata con allegato doppio turno di squalifica, dovrebbe al suo posto esordire dal primo minuto Dennis Praet, nazionale Under 21 belga pagato 10 milioni di euro e che i bene informati descrivono come un interessante talentino. Nuovi giocatori poco conosciuti e bene amalgamati, che tra l’altro vengono da una serie di prestazioni tutto sommato soddisfacenti, mi sembrano un mix adatto per metterci in difficoltà. Speriamo che non sia così.

Le altre – Le due partite più importanti di questo turno di Serie A sono sicuramente Inter-Juventus e Fiorentina-Roma. La prima è una classica che però vede una Juventus fortissima, benché un po’ delusa dal pareggio casalingo in Champions League di mercoledì, e un’Inter che, dopo tanto spendere, pare davvero allo sbando, dopo la divertente sconfitta di ieri a Milano contro l’Hapoel Be’er Sheva, campioni israeliani provenienti dal deserto del Negev (grazie, interisti, per regalarci queste piccole perle di gioia anche quando il nostro presente è così incerto). La Roma, a 7 punti in tre partite anche grazie a un rigore generoso datole proprio contro la Sampdoria, affrontano i viola di Paulo Sousa, che al Franchi si dovrebbero presentare al gran completo.

Da seguireLazio-Pescara. Non ho ancora avuto modo di seguire per bene le gesta degli abruzzesi, se non in qualche spezzone visto di sfuggita, ma mi hanno detto e ho letto che è una squadra che gioca abbastanza bene, si fa valere, pur magari ballando un po’ dietro. Oddo sembra capirne in panchina, anche se lo scorso anno ha rischiato di buttare al vento una meritata promozione con un mese e mezzo da incubo, durante cui precipitò dalle posizioni valide per la promozione diretta ai margini di quelle per i play-off. Si gioca all’Olimpico e c’è grossa rivalità tra le due tifoserie, anche per questo sono curioso e penso che si possa assistere a uno spettacolo interessante.

Da evitareUdinese-Chievo, con pronostico: la vince il Chievo di misura.

Venerdì 16 settembre 2016
– ore 20:45: Sampdoria-Milan

Sabato 17 settembre 2016
– ore 18:00: Lazio-Pescara
– ore 20:45: Napoli-Bologna

Domenica 18 settembre
– ore 12:30: Udinese-Chievo
– ore 15:00: Cagliari-Atalanta
– ore 15:00: Crotone-Palermo
– ore 15:00: Sassuolo-Genoa
– ore 15:00: Torino-Empoli
– ore 18:00: Inter-Juventus

– ore 20:45: Fiorentina-Roma